Conflitti

Il veto americano

Non sarà possibile indagare in Afghanistan sui crimini di guerra

Gli Stati Uniti infatti hanno negato i visti di ingresso agli investigatori della Corte penale internazionale
14 aprile 2019
Redazione PeaceLink

Marines in Afghanistan con i simboli delle SS. La foto è autentica ed è del 2010. Un portavoce dei marines ha condannato l'uso dei simboli nazisti senza specificare quali provvedimenti siano stati presi.

Il veto americano: non sarà possibile indagare in Afghanistan sui crimini di guerra. Gli Stati Uniti infatti hanno negato i visti di ingresso agli investigatori della Cpi (Corte penale internazionale), di cui non riconoscono l’autorità, e di conseguenza i magistrati che devono dare luce verde al procuratore non possono concedere che si proceda a indagare su un Paese agli archivi del quale non si può accedere.

Per saperne di più clicca sul sito di Atlanteguerre.

Note: Il corpo dei Marines americani ha ammesso il 9 febbraio 2012 che un suo plotone di stanza in Afghanistan ha usato una bandiera con il “logo” delle SS naziste nel 2010, come dimostrato dalla fotografia presente in questa pagina web, circolata in rete. La foto è stata scattata nella zona di Sangin, nella provincia di Helmand: i marines appartengono a un battaglione con sede in California. Un portavoce dei Marines ha dichiarato che le autorità militari sono venute a conoscenza della foto e ha diffuso una comunicazione che condanna l’uso dei simboli nazisti ma non ha riferito di provvedimenti presi.

Articoli correlati

  • TPAN: depositata interrogazione parlamentare sulla mancata firma dell'Italia
    Disarmo
    il nostro paese ospita testate nucleari

    TPAN: depositata interrogazione parlamentare sulla mancata firma dell'Italia

    Il “nuclear sharing” in Italia si traduce nel dare ospitalità a decine di testate nucleare statunitensi
    25 novembre 2020 - Rossana De Simone
  • La bambina e la gang
    Pace
    Razzismo negli Usa

    La bambina e la gang

    Aveva sei anni e solo con la scorta riusciva a entrare in classe. Nel 1960 Ruby Bridges fu la prima afroamericana della sua scuola a New Orleans. All'esterno, una combriccola aggressiva le faceva la posta, un gruppo di donne ostili le rese la vita un inferno
    22 novembre 2020 - Jasmin Lörchner
  • Orrore in Afghanistan, uccisi 39 civili dalle forze speciali australiane
    Conflitti
    Ai più giovani veniva imposto di uccidere fuori dai combattimenti come rito di iniziazione militare

    Orrore in Afghanistan, uccisi 39 civili dalle forze speciali australiane

    Ma a finire sotto accusa è per ora l'avvocato militare David William McBride che ha rivelato i crimini di guerra. Dopo aver provato invano a smuovere i vertici militari, ha fornito le prove alla TV australiana.
    22 novembre 2020 - Redazione PeaceLink
  • USA e... getta una nuova luce!
    Sociale
    Elezioni oltreoceano

    USA e... getta una nuova luce!

    Non trascurabile, inoltre, il numero di donne elette. Chissà se siamo finalmente in presenza della svolta buona per una politica più giusta per uomini e donne, per le etnie e comunità che rappresentano, per le fedi vive che professano.
    10 novembre 2020 - Virginia Mariani
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)