Conflitti

Gli Stati Uniti non confermano e non smentiscono

Strage di afghani a Kabul: i soldati americani avrebbero sparato e lanciato bombe sui civili

Diverse testimonianze raccolte dalla CNN confermano che, dopo l'attentato del 26 agosto, i marines hanno cominciato a sparare all'impazzata e a lanciare granate, causando un massacro di civili (ne sono morti 170). Emergency conferma l'arrivo di civili uccisi con proiettili in testa.
29 agosto 2021
Redazione PeaceLink

Afghanistan

Il 26 agosto 2021 sarà ricordato come il giorno della strage all'aeroporto di Kabul durante le operazioni di evacuazione dall'Afghanistan, che si completeranno il prossimo 31 agosto.

Oggi i quotidiani forniscono abbondante documentazione sui tredici militari americani uccisi ma quasi nulla sui 170 civili morti nell'attentato. Tuttavia quello che non viene evidenziato è che molte di quelle vittime civili aghane sarebbero state causate proprio dai soldati americani.

La dinamica di quei terribili minuti non viene chiarita dalle autorità statunitensi nonostante siano passati ormai più di tre giorni. Le ricostruzioni della strage sono rimaste piuttosto confuse in questi giorni in mancanza di una ricostruzione ufficiale. Strage all'aeroporto di Kabul del 26 agosto 2021

A fornire invece elementi per compredere le vittime civili della strage è la CNN. Una ricostruzione dei fatti consente di affermare con sufficienti elementi di prova che, nella concitazione di quei drammatici minuti successivi alle esplosioni dell'attacco terroristico, sarebbero seguite reazioni estreme dei soldati americani. Diverse testimonianze raccolte dalla CNN confermano che, dopo l'attentato, i marines hanno cominciato a sparare all'impazzata e a lanciare granate, causando un massacro di civili.

Da un fratello delle vittime arriva un'ulteriore conferma: "C'erano dei militari americani, con accanto dei soldati turchi. Gli spari sono venuti da loro, dai soldati".

"Un altro testimone - si legge sul Corriere della Sera di oggi - si dice sicuro che a uccidere un ex collaboratore degli USA siano stati i militari statunitensi. 'Come faccio a essere certo? Per il proiettile. Sul corpo non c'erano ferite, ma solo un proiettile che lo ha colpito proprio dietro l'orecchio'. Dubbi, sospetti. Dall'ospedale di Emergency fanno sapere al Corriere di aver ricevuto 4 doa (4 pazienti dead on arrival, morti all'arrivo) tutti per proiettili alla testa".

Il Corriere della Sera aggiunge: "Il Washington Post riferisce di granate sganciate dai militari USA subito dopo l'attacco. 'Non possiamo smentire né confermare', è costretto a dire il portavoce del Pentagono John Kirby". 

Sono oltre duecento i civili rimasti feriti durante e dopo l'attentato di giovedì scorso.

Intanto oggi un raid "antiterrorismo" americano a Kabul ha ucciso dei bambini con un razzo.

Note: Le informazioni di questo articolo sono tratte dall'articolo del Corriere della Sera del 29/8/2021 pagina 5 titolato "Partono gli ultimi voli. L'ipotesi della BBC: alcune vittime colpite da fuoco amico USA", di Lorenzo Cremonesi e Marta Serafini. Link https://www.corriere.it/esteri/21_agosto_29/afghanistan-partono-ultimi-voli-l-ipotesi-bbc-spari-usa-contro-civili-l-attentato-kabul-ac01c6e2-0835-11ec-9882-e2d35c23a063.shtml

Si veda anche: "Attentato a Kabul, BBC: 'Molti civili afghani uccisi dagli spari delle forze USA. Il Pentagono indaga" https://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/afghanistan-bbc-durante-l-attentato-a-kabul-molti-civili-uccisi-da-spari-delle-forze-usa_37418386-202102k.shtml

Articoli correlati

  • Italiani per Hale
    PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    10 ottobre 2021 - Alessandro Marescotti
  • Il futuro di Kabul
    Conflitti
    Un'analisi dell'Afghanistan dopo la sconfitta degli Stati Uniti e della Nato

    Il futuro di Kabul

    Cina, Russia, Pakistan, Qatar e Turchia negoziano con i Talebani per mantenere un ordine che crei un ambiente favorevole tanto ai loro investimenti in infrastrutture e attività estrattive. E vogliono tenere lontane dai propri confini le minacce portate dalle fazioni jihadiste e indipendentiste.
    11 ottobre 2021 - Valeria Poletti
  • "Mettevamo al potere gente che faceva cose peggiori di quelle fatte dai talebani"
    Conflitti
    Gli stupri dei bambini erano la regola: "La notte li sentiamo gridare, ma non possiamo fare nulla"

    "Mettevamo al potere gente che faceva cose peggiori di quelle fatte dai talebani"

    Gli episodi che riportiamo in questa pagina web spiegano perché l'esercito e la polizia afghani non fossero amati dalla popolazione e si siano sbriciolati appena è venuto meno il supporto delle truppe americane e della Nato, nonostante fossero stati fortemente armati, attrezzati e addestrati.
    Redazione PeaceLink
  • Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili
    Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)