CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Un regolamento per il VoIP

Cresce l'importanza delle telefonate sulla rete Ip. E l'Authority è pronta a sfornare una regolamentazione
Giacomo Alessandroni8 settembre 2005 - Giacomo Alessandroni

VoIP In occasione del suo decimo compleanno il VoIP [Voice over Internet Protocol] - la telefonata attraverso la rete Internet - è oggetto dell'attenzione dell'Authority per le comunicazioni che proprio in questi giorni ha chiuso le consultazioni con gli operatori del settore che preludono al varo di un regolamento.

Numerazione e interoperabilità [la possibilità che gli utenti di un operatore possano parlare con quelli di un concorrente come succede con i normali telefoni] sono i nodi portanti della questione che sta assumendo grande importanza per l'intero settore della telefonia. A livello europeo si è deciso che il mercato della telefonia via Internet dovrà svilupparsi ulteriormente prima di procedere all'introduzione di un quadro normativo. I fornitori di servizi VoIP dovranno comunque essere sottopoti agli stessi obblighi imposti agli operatori della telefonia fissa: diritti degli utenti e obbligo del servizio universale [copertura del territorio, telefoni pubblici, servizi ai consumatori e altro] portabilità del numero, e accesso ai servizi di emergenza.

In Italia al momento, secondo le stime Databank/Anfov le imprese dotate di Intranet che supportano servizi VoIP e videoconferenza intraziendale sono circa il 10-12%, mentre circa 825.000 sono le aziende i sistemi Pbx, i più evoluti dei quali possono essere collegati sia con telefoni IP sia con personal computer. Al mondo del VoIP ha dedicato una certa attenzione anche il rapporto Ocse "Communication Outlook 2005" secondo il quale il business degli operatori tradizionali è fortemente a rischio. Il rapporto ha calcolato che utilizzando Skype [il più diffuso software per il VoIP, http://www.skype.com/] è possibile risparmiare fino all'80% rispetto alle chiamate tradizionali. Una bella concorrenza alla quale si somma quella che per gli operatori 3G arriva dal Wi-fi.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.13 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)