CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • The Gimp: un potente software di manipolazione delle immagini

    The Gimp: un potente software di manipolazione delle immagini

    Chi di noi non ha mai avuto tra le mani una fotografia digitale su cui si volevano apportare delle modifiche o correzioni?Il mondo dell'opensource ci viene in soccorso anche questa volta con un software completamente free che nulla ha da invidiare ai suoi concorrenti a pagamento. Stiamo parlando di “The Gimp” ( G eneral I mage M anipulation P rogram). In questo articolo una breve panoramica sul software, l'installazione e la configurazione.
    8 marzo 2006 - Mattia Milani
  • Programmi grafici open source

    12 agosto 2004 - Programmazione.It
  • Photoshop su Linux grazie a Disney

    Photoshop su Linux grazie a Disney

    Trovo estremamente interessante il seguente articolo (tratto da Programmazione.It), soprattutto per i dati economici in esso forniti. Disney, effettuando un porting su Linux di Photoshop, ha speso meno di un terzo di quanto avrebbe speso utilizzando la sua versione originale su Windows. Mi pare che questo dimostri quanto sia privo di senso, per una grande azienda, puntare su soluzioni prettamente proprietarie e "chiuse" prima di aver vagliato ogni possibile alternativa. Federico Razzoli
    6 agosto 2003 - DN

Usare i plug-in di Photoshop anche con The GIMP

E' ora possibile eliminare la principale barriera che scoraggiava i grafici dall'usare The GIMP
14 aprile 2006 - Fabrizio Pani

E' ora possibile eliminare la principale barriera che scoraggiava i grafici dall'usare The GIMP, ovverosia la mancanza di compatibilità fra il famoso software di fotoritocco open source ed i plug-in di Photoshop. La barriera è stata superata grazie ad Adobe e al suo SDK e soprattutto a Tor Lillqvist, colui che ha sviluppato PSPI (Photoshop Plugin Interface). Si tratta di un plug-in da installare in GIMP il cui sviluppo è cominciato nel lontano 2001, ma che soltanto dal marzo scorso è stato rilasciato nella sua versione per Linux.

Per la compilazione dei sorgenti è però richiesto il Software Development Kit di Photoshop, che tra l'altro dalla versione 7 viene rilasciato solo dietro approvazione di Adobe, con una clausola che ne impedisce la redistribuzione.

Una volta scaricato PSPI per la piattaforma desiderata, lo si deve semplicemente spostare nella cartella libgimp2.0plug-ins di GIMP, dopo di che sarà accessibile dal menu Xtns | Photoshop Plug-in Settings....

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)