CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Google, dove sono i miei dati?

    La posta elettronica di Gmail, e i documenti personali scritti con GoogleApps, sono archiviati su server sotto la giurisdizione statunitense
    27 marzo 2008 - Francesco Iannuzzelli
  • tendenze

    Il futuro del web è scritto nelle nuvole

    Centri di calcolo Migliaia di pc interconnessi che lavorano come un supercomputer. L'altra faccia dei servizi web
    22 novembre 2007 - Raffaele Mastrolonardo
  • Archiviazione

    Microsoft contro tutti nella lotta sui formati

    L'Iso rimanda a ottobre la patente per Open Xml, ultima possibilità per Bill Gates di mantenere la proprietà sullo standard «.doc» nell'epoca dei formati aperti
    13 settembre 2007 - Raffaele Mastrolonardo
  • Lo sostiene il Los Angeles Times

    "Bill Gates investe sugli inquinatori e poi fa beneficenza"

    Nella giornata di presentazione della nuova Xbox Microsoft un'inchiesta giornalistica solleva dubbi sulla beneficenza di Bill Gates e della moglie. Sotto accusa gli investimenti nello stabilimento dell´Eni, a Ebocha in Nigeria, che vomita sulla popolazione 250 sostanze altamente tossiche, approfittando della inesistente sorveglianza ambientale delle autorità. Secondo i medici di quella zona, asma, bronchite cronica, altre malattie respiratorie sono endemiche. «Qui fumiamo tutti, senza mai accendere una sigaretta» dice una madre.
    Marco Pratellesi

Antitrust, Microsoft risponde alla UE

L'azienda presenta l'ultima documentazione utile per il procedimento della Commissione Europea sulla sua posizione di mercato. Intanto negli USA dà licenza a SCO
22 ottobre 2003 - Punto Informatico

Roma - Nelle scorse ore Microsoft ha confermato di aver consegnato all'Antitrust europeo la risposta ai rilievi formulati dalla Commissione europea che, come noto, sta da lungo tempo indagando sulla posizione di mercato dell'azienda.

Al momento, né Microsoft né la Commissione hanno reso pubblici i dettagli sulla documentazione presentata alle autorità, una documentazione a cui il big di Redmond affida una parte importante delle proprie repliche alle accuse presentate in sede UE dai suoi competitor. In particolare, come si ricorderà, Microsoft è accusata di aver abusato della posizione dominante nei sistemi operativi per promuovere in modo illecito i propri software multimediali.

Negli ultimi mesi il lavoro dell'Antitrust ha subito una accelerazione, come indicano i comunicati dello stesso organismo rilasciati nello scorso agosto, nei quali si afferma:"Abbiamo messo insieme tali prove e siamo in possesso di un dossier così approfondito che ci induce a ritenere che qualsiasi decisione prenderemo non potrà essere messa in discussione dai tribunali europei". Nei mesi precedenti un rapporto formulato da esperti Ue aveva appoggiato alcune delle accuse rivolte all'azienda.

L'esito del procedimento antitrust europeo è comunque tutto da determinare ed è possibile che si tenga a metà novembre un'ultima audizione in Commissione. I tempi di lavoro fanno presagire che la determinazione finale della Commissione europea verrà presa in primavera.

Dall'altra parte dell'oceano, intanto, Microsoft ha segnalato che quattro aziende hanno acquisito le licenze per visionare il software necessario a consentire ai propri prodotti server di interagire al meglio con Windows. Licenze che Microsoft ha dovuto mettere in piedi dopo il procedimento antitrust negli Stati Uniti. Tra le quattro aziende figurano anche Cisco Systems e SCO Group.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)