CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

    Pirateria, blitz senza precedenti a Napoli

    Sequestrati in una sola operazione quasi 500 masterizzatori impiegati in diversi laboratori dediti alla duplicazione illegale. Ingenti quantità di CD e DVD contraffatti. I pirati duplicavano musica e software da rivendere sul mercato nero
    28 ottobre 2003 - Punto Informatico

    Roma - Con un blitz senza precedenti la Guardia di Finanza ha individuato nel napoletano sei diversi laboratori di duplicazione illegale di CD e DVD, vere e proprie centrali di duplicazione ritenute capaci di riprodurre abusivamente enormi quantità di materiali.

    I finanzieri del Comando Provinciale di Napoli hanno effettuato nel corso della notte decine di perquisizioni in appartamenti e depositi nel capoluogo campano e in provincia, sgominando una rete di contraffazione che si serviva di attrezzature di alto livello per fabbricare le copie pirata di musica e software, da rivendere poi abusivamente sul mercato nero.

    I laboratori, ai quali erano collegati magazzini di stoccaggio delle merci, destinate ad uno spaccio forse su scala nazionale, contenevano 496 unità duplicatrici di DVD e di CD contenenti in particolare musica o software. Molti di questi masterizzatori industriali erano tra di loro connessi al punto da riuscire a sfornare fino a 3mila copie illegali all'ora. In uno dei laboratori erano collegati tra di loro 200 masterizzatori.

    Le Fiamme Gialle nel corso dell'operazione hanno individuato e denunciato alla magistratura inquirente nove persone coinvolte nell'inchiesta, alcune delle quali già note alle forze dell'ordine per il loro coinvolgimento in precedenti indagini antipirateria.

    Il materiale sequestro è decisamente ingente e comprende 60mila supporti il cui valore, se fossero stati venduti al loro prezzo di listino, è valutato in oltre 300mila euro.

    Secondo i funzionari della F.P.M. (Federazione contro la Pirateria Musicale), "si tratta del più importante ed imponente sequestro mai conseguito a livello mondiale sia per la qualità delle attrezzature che per la quantità dei materiali sequestrati".

    Tra le opere musicali e cinematografiche oggetto dell’illecita attività di riproduzione sono state rinvenute anche pellicole come "Tomb Rider: la culla della vita", uscito nelle sale cinematografiche nazionali pochi giorni fa.

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)