CyberCultura

Dreamweaver e Flash su Linux

A permetterlo è la nuova versione di CrossOver Office, che già può far girare su Linux certe applicazioni per Windows, come Office XP e Photoshop
30 ottobre 2003
Punto Informatico
St. Paul (USA) - Con l'obiettivo di spingere Linux su un numero crescente di scrivanie, specie aziendali, e facilitarne la convivenza con Windows, CodeWeavers ha rilasciato una nuova versione di CrossOver Office, la 2.1, che permette di installare e usare sotto Linux software come Office XP, Access, Photoshop e Lotus Notes.

La grande novità della versione di CrossOver Office appena rilasciata sta nell'introduzione del supporto ai due più noti tool di sviluppo di Macromedia, Dreamweaver e Flash. La compatibilità con la versione MX di questi due software ben si sposa con la possibilità, già introdotta dalle precedenti versioni di CrossOver Office, di far girare Photoshop.

CrossOver Office 2.1 supporta, oltre alle applicazioni già citate, anche Internet Explorer, MS Visio e Quicken di Intuit.

CodeWeavers afferma di aver profondamente ritoccato l'interfaccia grafica del proprio tool per renderla ancor più semplice e intuitiva; un aspetto, quest'ultimo, particolarmente importante visto che il target di CrossOver Office è per la maggior parte costituito da utenti desktop e consumer.

Il metodo più diffuso sotto Linux per far girare MS Office e molte altre applicazioni per Windows è quello di ricorrere al noto software Wine, un progetto open source a cui CodeWeavers partecipa attivamente e sulla cui tecnologia si basa anche CrossOver. L'utilizzo di Wine per far girare Office secondo CodeWeavers è però poco agevole per le limitazioni che questo comporta soprattutto nel campo della stampa, dei font e della compatibilità con patch e service pack. Problemi e limitazioni che, stando a quanto dichiarato da CodeWeavers, CrossOver Office avrebbe risolto, rendendo l'utilizzo di Office e Notes sotto Linux nettamente più stabile, affidabile e integrato con gli ambienti grafici Gnome e KDE. Questo, secondo il team di sviluppo, "aiuterà molte aziende a scegliere la potenza, la flessibilità ed il valore del desktop Linux".

Articoli correlati

  • Ecologia della vita quotidiana e computer
    Ecodidattica
    Linux Lubuntu per resuscitare i vecchi computer

    Ecologia della vita quotidiana e computer

    Non volete gettare il computer su cui è istallato Windows XP? Ecco alcuni consigli per evitare l'obsolescenza tecnologica usando il software giusto.
    29 marzo 2019 - Alessandro Marescotti
  • Linux orientato alla didattica
    Ecodidattica
    So.Di.Linux

    Linux orientato alla didattica

    Un ottimo esempio anche di green economy perché consente - essendo un software "leggero" - di riutilizzare computer ancora funzionanti ma poco potenti. Computer che rischiano di andare in discarica ma che con Linux tornano a "nuova vita"
    5 dicembre 2016 - Alessandro Marescotti
  • Richard Stallman a Firenze: Software libero ed economia solidale per difendere democrazia e libertà
    CyberCultura
    Stallman, chi era costui? :-)

    Richard Stallman a Firenze: Software libero ed economia solidale per difendere democrazia e libertà

    Per chi non è avvezzo al sistema operativo del "pinguino", il nome di Stallman non dice nulla. E per chi non segue le vicende del "software libero", o non sa che la Rete può diventare un'arma a doppio taglio, difficilmente avrà partecipato all'importante e seguitissimo incontro che si è tenuto a Firenze lo scorso 14 settembre 2013; ospite illustre, appunto, Richard Stallman.
    25 settembre 2013 - Roberto Del Bianco
  • Dal pensiero strade per innovare
    CyberCultura
    Tesi del Master "Scienza Tecnologia e Innovazione"

    Dal pensiero strade per innovare

    Software e comunicazione digitale, circolazione della conoscenza ed esigenze di tutela della proprietà intellettuale
    28 gennaio 2010 - Lidia Giannotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.20 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)