CyberCultura

Multa storica per Microsoft?

Ue decisa ad andare fino in fondo.
Fonte: unita.it, giornaletecnologico.it

È in arrivo una maxi multa per Microsoft dopo che i negoziati tra Bill Gates e l'organismo antitrust della Ue sono tramontati da giorni. Per l’Europa il colosso americano ha abusato di posizione dominante. Sull’entità della sanzione si sono riuniti lunedì a Bruxelles i rappresentanti delle quindici autorità nazionali della concorrenza.

Il loro parere non è vincolante ma non è comunque stato reso noto. C'è molta cautela a Bruxelles. «Siamo obbligati alla riservatezza», ha detto Amelia Torres, portavoce di Monti, commissario europeo alla Concorrenza. Secondo alcuni esperti di diritto antitrust, l'ammontare della multa dovrebbe attestarsi fra i 100 e i 200 milioni di euro. Non una somma eccessivamente onerosa per Microsoft ma si tratta comunque di una cifra record.

Inutile dire che Microsoft non ne ha voluto proprio sapere e, come sola proposta, aveva presentato quella di far distribuire assieme ai Pc sui quali ripetiamo essere già stato installato Windows Media Player, un Cd contenente i software dei concorrenti. La proposta, rispedita al mittente dal commissario europeo alla concorrenza, Mario Monti, era la sola che avrebbe potuto salvare il colosso dalla sanzione amministrativa.

Ma i guai per Bill Gates non finiscono qui. Oltre che di abuso di posizione dominante, il verdetto della Commissione Ue dovrebbe prevedere una serie di «rimedi» sul modo in cui Microsoft commercializza alcuni dei suoi prodotti più venduti, tra gli altri il sistema operativo Windows, e l'obbligo a fornire ai propri concorrenti una serie di informazioni riservate.

I servizi dell’Antitrust insistono sul fatto che Microsoft debba mettere a disposizione dei produttori due versioni del proprio programma operativo: una con il programma «Media Player» e una senza questo software, lasciando all’acquirente la possibilità di scegliere e al produttore la garanzia della cosiddetta interoperabilità.

Note: http://www.unita.it/index.asp?SEZIONE_COD=HP&TOPIC_TIPO=&TOPIC_ID=33948
http://www.giornaletecnologico.it/news/200403/22/4059acb906536/

Articoli correlati

  • Brasile: il paradiso fiscale di Rede Globo
    Latina
    La principale impresa di comunicazione del paese sotto accusa per aver evaso le tasse

    Brasile: il paradiso fiscale di Rede Globo

    La denuncia è stata presentata dall’Mst e dal Fórum Nacional pela Democratização da Comunicação
    26 agosto 2013 - David Lifodi
  • Mafie: in Abruzzo c'è. Anche se non (la) si vede
    PeaceLink Abruzzo

    Mafie: in Abruzzo c'è. Anche se non (la) si vede

    Nei giorni scorsi due importanti notizie di cronaca giudiziaria tra Roma e Palermo sfiorano l'Abruzzo. Ma i collegamenti con la nostra Regione appaiono "non visibili". E stamattina un nuovo maxi sequestro conduce dritti dritti ad opere di metanizzazione avvenute vent'anni fa...
    22 maggio 2013 - Alessio Di Florio
  • Il coming out di un campione
    Sociale
    “Sono un pivot dell’NBA. Ho 34 anni. Sono nero. E sono gay.”

    Il coming out di un campione

    Con queste parole inizia la suggestiva lettera del famoso campione di basket, Jason Collins, pubblicata su Sport Illustrated lo scorso 6 maggio
    16 maggio 2013 - Jason Collins e Franz Lidz
    Traduzione a cura di PeaceLink
  • Ecologia
    PeaceLink Common Library

    I mass media anglo-americani e il caso Ilva: una prospettiva linguistica

    Come la stampa di lingua inglese ha trattato i risvolti del caso Ilva (elaborazione in inglese nella prima parte, rielaborazione in italiano nella seconda parte)
    28 aprile 2013 - Gabriele Cometa
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.6 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)