CyberCultura

Go open source: il software libero in TV

In Sudafrica una serie televisiva dedicata al software libero
24 novembre 2004
Danilo Moi

Una serie televisiva dedicata al software libero e all'open source? In Sudafrica la SABC 2 trasmetterà dal 20 Novembre un programma, ben tredici puntate, dedicato esclusivamente all'argomento. Stando a quanto dichiarano i suoi produttori, nell'arco delle puntate si narrerà dettagliatamente delle storie, delle esperienze, dei progetti dei pioneri del software libero tanto a livello locale quanto a livello internazionale. La domanda è ovvia: a quando un programma simile anche in Italia?

www.go-opensource.org
World's first open source television programme

Articoli correlati

  • Madiba, l'Italia e l'Europa
    Europace

    Madiba, l'Italia e l'Europa

    Grazie Madiba padre e maestro di tutti noi.
    6 dicembre 2013 - Raffaella Chiodo Karpinsky
  • Appello alle autorità sudafricane: giustizia e diritti a partire dai poveri nel Sudafrica dei Mondiali
    Alex Zanotelli
    Mondiali Sud Africa

    Appello alle autorità sudafricane: giustizia e diritti a partire dai poveri nel Sudafrica dei Mondiali

    I poveri vengono spinti fuori, lontani dagli occhi dei turisti e dei giornalisti. Peraltro, le misure di sicurezza adottate in occasione dei Mondiali limitano fortemente il diritto dei cittadini a esprimere democraticamente il dissenso rispetto a questo stato di cose.
    18 giugno 2010 - Alex Zanotelli
  • Chi non agisce è un morto che cammina
    PeaceLink Abruzzo
    La campagna del settimanale Carta ha fatto tappa anche in Abruzzo

    Chi non agisce è un morto che cammina

    Se il “primo mondo” dorme assopito dai fumi del falso benessere e del mercato, sono gli ultimi della Terra a indicarci la strada e a lottare per noi.
    27 maggio 2010 - Paolo
  • Conflitti
    Afriche 2008, che anno sarà?

    Troppe micce accese

    Molti paesi sono piuttosto lontani dall’approdo a istituzioni democratiche e ad assetti economici solidi. Altri si trovano a fare i conti con conflitti destabilizzanti e dispendiosi. E intanto l’Europa spinge per poter aprire i mercati subsahariani attraverso gli accordi di partenariato economico.
    François Misser
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.10 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)