CyberCultura

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

Operazione antipirateria a Livorno e Isola d’Elba: sequestrato software illegale per oltre 6,5 milioni di euro

Condotta dalla Guardia di Finanza della provincia di Livorno, comandata dal Gen. B. Luciano Carta, una maxi operazione contro la pirateria informatica: le indagini hanno portato al sequestro di migliaia di programmi illecitamente duplicati.
28 febbraio 2005 - DataManager.It

Il Nucleo Provinciale Polizia Tributaria di Livorno e la Tenenza di Portoferraio, hanno portato a termine in questi giorni una importante operazione contro la pirateria informatica: i controlli, iniziati nel mese di giugno, hanno riguardato 9 aziende della provincia di Livorno e hanno portato alla denuncia di 10 persone, di cui una in stato di arresto, alla competente Autorità Giudiziaria. Le indagini sono state supportate tecnicamente da BSA (Business Software Alliance*), l’associazione che riunisce i maggiori produttori di software e che si batte contro la pirateria informatica.

I controlli hanno portato al sequestro di migliaia di programmi software, CD musicali e DVD cinematografici illecitamente duplicati per un valore di mercato di circa 6.500.000 euro e di una completa centrale di duplicazione clandestina, astutamente ricavata all’interno di una abitazione privata nel pieno centro di Livorno. I prodotti più copiati sono risultati essere quelli di aziende produttrici di software diffusi in tutto il mondo come Adobe, Autodesk, Microsoft, Symantec, oltre ad album musicali e film illecitamente duplicati in formato DVD.

Durante i controlli è stato riscontrato inoltre l’utilizzo di software duplicato abusivamente, pratica nota con il nome di “underlicensing”: i programmi software, cioè, sono stati acquistati dalle aziende e poi installati sui terminali in numero superiore rispetto a quanto previsto dalle relative licenze d’uso.

I responsabili delle aziende che operavano illegalmente sono indagati per il reato di cui all’art. 171 bis della Legge 248/00 sulla tutela del diritto d’autore e rischiano fino a tre anni di reclusione e 15.000 euro di multa. Alle sanzioni penali vanno aggiunte le sanzioni amministrative previste dall’art. 174 bis, pari al doppio del valore di mercato del software illegale rinvenuto.

Nel corso delle perquisizioni sono state rinvenute, inoltre, diverse copie contraffatte di sistemi operativi Microsoft; le indagini volte ad appurare la provenienza di tali prodotti si sono estese anche ad aziende delle province di Bari e Brindisi.

“Questa è solo l’ultima di molte operazioni nel campo della tutela della proprietà intellettuale messe in atto dal Comando di Livorno”, ha ricordato il Maggiore Vincenzo Tuzi, comandante del nucleo provinciale di Piazza Vecchia Fortezza. “E il fatto che le nostre indagini evidenzino la persistenza nel tempo di comportamenti illegali mostra che essi sono effettivamente assai radicati, non solo nel pubblico dei consumatori ma anche nel campo dei professionisti e della piccola e media impresa, il che rende il fenomeno ancor più preoccupante”.

“La collaborazione con la Guardia di Finanza è un elemento nodale per la lotta contro la pirateria”, gli ha fatto eco Arnaldo Borsa, Responsabile Antipirateria di BSA. “Specie in un Paese come il nostro, ancora afflitto da tassi di pirateria sui livelli più alti nell’Unione Europea. In particolare, ci auguriamo che la nostra collaborazione con il Comando di Livorno prosegua costante e proficua, anche data l’importanza che la città riveste come scalo commerciale”.

(*) Business Software Alliance (BSA) è un'organizzazione internazionale senza scopo di lucro fondata nel 1988 al fine di contrastare la duplicazione illegale di software. BSA promuove la crescita dell'industria informatica attraverso iniziative di sensibilizzazione, di educazione pubblica e mediante azioni legali in 65 Paesi del mondo. BSA rappresenta le società produttrici di software: Adobe, Apple Computer, Autodesk, Avid Technologies, Bentley Systems, Borland, Cadence Design Systems, Cisco System, CNC Software/Mastercam, Dell, Entrust, HP, IBM, Intel, Internet Security Systems, Intuit, Macromedia, McAfee, Microsoft, Network Associates, Peoplesoft, PTC, RSA Security, Sybase, SolidWorks, Symantec, UGS Corporation e Veritas Software. In Italia, oltre ai soci internazionali, BSA comprende Hit Internet Technologies, Intergraph, Nemetschek, SIA e WRQ.

Ogni informazione relativa a BSA è disponibile al sito http://www.bsa.org/italia

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)