Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Appuntamento a Oslo

Due eventi a Oslo in Norvegia: la Conferenza diplomatica internazionale "Humanitarian Impact of Nuclear Weapons" e il Forum della Società Civile organizzato da ICAN
1 marzo 2013

Nube atomica

Due importanti eventi sono imminenti a Oslo in Norvegia.
Organizzata dal governo norvegese, ecco infatti aprire i lavori, il 4 e 5 marzo prossimo, la Conferenza diplomatica "Humanitarian Impact of Nuclear Weapons", tema scottante che vedrà riuniti rappresentanti di almeno 120 Stati, e già questo è un fatto positivo visto l'incremento di presenze rispetto all'edizione precedente.

Ecco una traduzione dalla pagina web del Ministero degli Esteri:

"Una deflagrazione nucleare, sia essa intenzionale o accidentale, causerebbe effetti catastrofici a breve e a lungo termine, umanitari, economici e ambientali, con implicazioni globali.
Sebbene esista una consapevolezza estesa dell'importanza delle conseguenze umanitarie di un'esplosione nucleare, come dimostra il documento finale dell'ultima Revisione del Trattato di non proliferazione nucleare, è tuttora limitata una consapevolezza diretta di tali danni.
Il programma della Conferenza include presentazioni mostrate da esperti e discussioni riguardanti tre aspetti chiave: primo, l'impatto umano immediato di un'esplosione nucleare; secondo, le ampie conseguenze possibili, economiche e ambientali; e terzo, la preparazione, comprendendo piani e capacità esistenti per rispondere a tale tipologia di disastro."

Quasi in contemporanea e con breve anticipo rispetto alla conferenza diplomatica, ecco programmato da ICANW, nei giorni del 2 e 3 marzo, il Forum internazionale della Società Civile, per dimostrare - come descritto nella pagina di ICANW che invita al Forum - che un trattato per abolire le armi nucleari è possibile e necessario con urgenza.
Sono invitate centinaia di aderenti da ogni parte del mondo (ricordiamo che la Conferenza diplomatica non è aperta al pubblico) che si attiveranno con resoconti, gruppi di lavoro informativi e discussioni.

5 minuti a mezzanotte Oslo quindi diventa da domani un fulcro importante nelle questioni urgenti del disarmo nucleare, nelle due caratterizzazioni dell'impegno per scongiurare l'olocausto globale: l'incontro di esperti e di rappresentanti governativi degli Stati partecipanti, e il grido consapevole di chi nella Società Civile non vuole aspettare troppo tempo. E' sperabile che una comunicazione fattiva possa generarsi e arrivi a interagire nelle decisioni di chi dovrebbe guidarci e proteggerci. Almeno nei tempi di attuazione di un accordo concreto per un disarmo globale e totale, e prima che accada l'irreparabile.

Approfondimenti: ciò che scrivono gli Hibakusha
Asahi Shimbun
"Memories of Hiroshima and Nagasaki - Messages of Hibakusha"
http://www.asahi.com/hibakusha/english/
A website that makes available to the public first-hand accounts written by hibakusha. Made by the Asahi Shimbun, Japan's newspaper with second largest readership. Opened in 2011. Containing some hundreds of accounts and messages selected from the responses of more than 13,000 survivors who answered a survey in 2005 about their exposure to radiation from the bombing.

NHK
Peace Archives
http://www.nhk.or.jp/peace/english/index.html
Peace Archives is the website that presents nuclear weapons and peace related programs produced by NHK, the semi- national Japan's broadcasting service, since 1950s until today.

Japanese Foreign Ministry
Testimony of Hibakusha
http://www.mofa.go.jp/policy/un/disarmament/arms/testimony_of_hibakusha/index.html

UN Office for Disarmament Affairs
Links to Hibakusha testimonies, films and related materials
http://www.un.org/disarmament/content/slideshow/hibakusha/

Breaking the Nuclear Chain
A new web-based campaign (started in 2012) to inform, motivate and activate people to prevent the looming humanitarian catastrophe represented by the nuclear chain- from uranium mining, to power, to weapons to nuclear waste, it is an initiative of the Global Partnership for the Prevention of Armed Conflict (GPPAC), IKV Pax Christi and Peace Boat.
http://www.breakingthenuclearchain.org/

Note: La Conferenza diplomatica a Oslo: http://www.regjeringen.no/en/dep/ud/selected-topics/humanitarian-efforts/humimpact_2013.html?id=708603
Il Forum di ICANW: http://www.icanw.org/campaign-news/norway/oslo-civil-society-forum/#.UTBuWIy9KK0

N.B. Nei prossimi giorni cercheremo di aggiornare quanto concerne gli eventi di Oslo.

Allegati

Articoli correlati

  • Da oggi le armi nucleari diventano illegali
    Editoriale
    Svolta storica nel diritto internazionale

    Da oggi le armi nucleari diventano illegali

    Entra in vigore il TPNW (Treaty on the Prohibition of Nuclear Weapons), detto anche TPAN (Trattato di Proibizione della Armi Nucleari. Le armi nucleari vengono messe al bando in quanto armi indiscriminate. E' una vittoria del movimento pacifista internazionale e della campagna ICAN.
    22 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Nucleare civile e militare: una bomba!
    Disarmo
    Il trattato TPAN ha raggiunto la sua attuazione

    Nucleare civile e militare: una bomba!

    Il trattato ONU TPAN per la proibizione delle armi nucleari il 22 gennaio 2021 entra in vigore, anche se ha dei limiti perché non è stato ancora né firmato, né ratificato da nessuno dei paesi che detengono l’arma nucleare
    17 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • TPAN: una data storica per l’umanità
    Pace
    TPAN. Un’autentica svolta per l’umanità. Uno dei più grandi traguardi del pacifismo mondiale

    TPAN: una data storica per l’umanità

    Il 22 gennaio 2021 entra in vigore a livello mondiale il TPAN- Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari, uno dei tanti tasselli del lavoro e del percorso per la pace del XXI secolo
    12 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Armi nucleari: inumane, inaccettabili, e adesso illegali
    Disarmo
    Giamaica, Nauru e Honduras gli ultimi Stati firmatari. Il "Nuclear Ban" diventa realtà.

    Armi nucleari: inumane, inaccettabili, e adesso illegali

    Dichiarazione di IPPNW - International Physicians for the Prevention of Nuclear War - al raggiungimento delle 50 adesioni per l'entrata in vigore del Trattato per la Proibizione delle armi nucleari.
    25 ottobre 2020 - Roberto Del Bianco
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)