Disarmo

Lista Disarmo

Archivio pubblico

Pieno sostegno all'acquisto del nuovo aereo da guerra, un tempo erano "strumento di morte"

Sottosegretario alla Difesa del M5s: "F-35 ha un'ottima tecnologia, non possiamo rinunciare"

Tofalo (M5s): "Non possiamo rinunciare a una grande capacità aerea per la nostra Aeronautica che, ancora oggi, ci mette avanti rispetto agli altri Paesi”. Non è della stessa opinione la Germania che di F-35 proprio non vuol sentir parlare.
20 dicembre 2018
Redazione PeaceLink

Tofalo (M5s): "Da irresponsabili interrompere il programma F-35"

F-35, per il sottosegretario Tofalo (M5S) sono adesso una "ottima tecnologia" e non bisogna parlarne in "maniera distorta". Un tempo gli aerei da guerra F-35 erano definiti "strumento di morte", quando il M5s era all'opposizione e cercava i voti dei pacifisti.

“In Italia, in questi anni, se n’è parlato in maniera distorta. Il programma F-35, che ormai è avanti e c’è da oltre 20 anni, a differenza di quanto spesso qualcuno ha detto, è un aereo che ha un’ottima tecnologia, forse la migliore al mondo in questo momento”.

E' l'attuale dichiarazione del sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo, esponente del M5s. Che proprio sugli F-35, durante il convegno alla Camera dal titolo Difesa collettiva: le figure di vertice, ha fatto retromarcia:

“È normale che dobbiamo fare un po’ di calcoli, sia dal punto di vista economico sia da quello tecnologico.

Ma resta ovvio – ha assicurato Tofalo – che non possiamo rinunciare a una grande capacità aerea per la nostra Aeronautica che, ancora oggi, ci mette avanti rispetto agli altri Paesi”.

Le frasi che abbiamo riportato sono pres dal Fatto Quotidiano del 19 dicembre scorso. F-35, per i sottosegretario Tofalo (M5S) sono di "ottima tecnologia". Un tempo erano definiti "strumento di morte".

Intanto un'inchiesta del Times rivela problemi tecnici del F-35 che potrebbero far lievitare i costi del già costoso aereo da guerra: gli F-35 dovranno essere "ritirati" per eliminare i difetti, e questo non sarà fatto gratis.

Già l'esperto militare Sprey aveva parlato dell'F-35 come di un "bidone" per far spendere soldi.

Ma il sottosegretario Tofalo (sottosegretario alla Difesa) parla di ottima tecnologia.

Un solo dato per fare un raffronto fra l'F-35, il caccia europeo Eurofighter Typhoon e l'ultimo Mig-35:

F-35 velocità max 1975 km/h

Eurofighter Typhoon velocità max 2495 km/h

Mig-35 velocità max 2700 km/h

Per un'analisi tecnica si consiglia questa lettura di Toni De Marchi. Che scrive: "La Germania di F-35 proprio non vuol sentir parlare". 


Articoli correlati

  • La forza della nonviolenza
    Ecologia
    Come i bambini hanno cambiato la lotta all'inquinamento dell'ILVA

    La forza della nonviolenza

    Si chiude una settimana che passerà nella storia delle lotte popolari nonviolente italiane. Taranto ha scritto, con i suoi bambini e con il suo dolore, una delle pagine più luminose della resistenza nonviolenta alle ingiustizie. Adesso occorre fare altri passi avanti
    9 marzo 2019 - Alessandro Marescotti
  • Ecco tutti i dati che confermano l'aumento dell'inquinamento a Taranto
    Ecologia
    Pubblichiamo l'intera serie storica da quando ArcelorMittal ha preso possesso dell'ILVA

    Ecco tutti i dati che confermano l'aumento dell'inquinamento a Taranto

    Documentazione per la conferenza stampa. Le informazioni attestano un innegabile ed evidente aumento delle emissioni e dell'inquinamento. Si può consultare tutta la documentazione che PeaceLink ha inviato ad Arpa Puglia
    6 marzo 2019 - PeaceLink
  • Nuovo strappo fra M5s e pacifisti
    Disarmo
    Convegno a Roma su "Produzioni e commercio di armamenti: le nostre responsabilità"

    Nuovo strappo fra M5s e pacifisti

    Il sottosegretario pentastellato agli esteri Manlio Di Stefano ha dichiarato che l'export di armi italiane verso l'Arabia Saudita non si può interrompere. "E' sbagliato pensare che si possa risolvere il problema con l’interruzione dell’esportazione delle armi prodotte in Italia", ha detto.
    2 marzo 2019 - Redazione PeaceLink
  • L'aumento delle spese militari e la farsa della “sicurezza collettiva”
    Disarmo
    Le bombe nucleari in Italia e i rapporti con USA-NATO-EUROPA

    L'aumento delle spese militari e la farsa della “sicurezza collettiva”

    le Forze Armate devono mettere sempre più a disposizione le proprie competenze e capacità per compiti non militari
    19 febbraio 2019 - Rossana De Simone

Prossimi appuntamenti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.16 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)