Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

Val di Susa

Inchinati, popolo, al dio progresso: il traforo si deve fare!

Un popolo che protesta... ma che vuol dire? Amianto, radioattività, inquinamento, distruzione... e chi se ne frega!
7 dicembre 2005
Giuseppe Gorlani

scontro Tav Ohibò, sembra che la politica delle rappresaglie oggi sia assai in voga. Un popolo che protesta... ma che vuol dire? Amianto, radioattività, inquinamento, distruzione... e chi se ne frega! Inchinati, popolo, al dio progresso: il traforo si deve fare. Inchinatevi o ignoranti che al provvido caos, alla polvere, ai tumori e al rumore preferite la polenta, i prati, i cieli puliti e lemontagne.Inchinatevi, o sono arresti e manganellate sulla vostra pellaccia.

Nella desolazione imperante un motivo di contentezza c'è: forse finalmente un numero sempre maggiore di persone comincerà a capire che la "democrazia" attuale non è che uno tra i più subdoli volti della tirannide della stupidità e dell'avidità insaziabile. E forse qualcuno potrà anche intuire quale inferno l'Occidente in giacca e cravatta stia infliggendo all'Iraq e al Terza Mondo, visto che agli occhi della maggior parte dei nostri ricchi governanti (servi scodinzolanti delle multinazionali) neppure la vita dei propri compatrioti - anziani, donne , uomini o bambini che siano - vale più di un treno con il suo carico di euro destinati ai soliti scialacquatori.

Già, dirà qualche uniformato al "pensiero unico" (Messner in primis), ma tu non capisci la poltica del bene comune e dello sviluppo. Può darsi, rispondo io, ma tu, accecato dalle tue ridondanti astrazioni, che osi chiamare "ragioni pratiche", e dalla presunzione di credere che il mondo debba necessariamente andare in un solo verso, non capisci che ogni vera civiltà si fonda sul sentirsi vivi, in armonia e in pace sulla propria terra. Che importanza hanno i treni, l'economia, lo sviluppo, le fabbriche, le alleanze con i massacratori di turno e le bombe se poi mancano la bellezza del paesaggio e una vita degna di essere vissuta?

Mi auguro che il Popolo della Val di Susa saprà resistere alle più disparate pressioni, anche nella consapevolezza che esso sta rappresentando tutti gli italiani. Dopo la forza bruta, forse verranno le offerte fatte di belle e vuote parole e la corruzione: tutte cose in cui le loro altezze sono maestre. Ma nessun vantaggio può essere più grande dell'integrità dei luoghi che si amano e della garanzia di potervi vivere con dignità.

Prossimi appuntamenti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.9 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)