Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

    Cosa prevede il D.L. 91/2014 sulle bonifiche

    Procedure semplificate in materia di bonifiche e limiti nelle aree militari

    26 giugno 2014 - Daniele Marescotti

    E' stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale il D.L. n. 91 del 24 giugno 2014. Il Decreto Legge reca, al Capo II, "Disposizioni urgenti per l'efficacia dell'aziono pubblica di tutela ambientale, per la semplificazione di procedimenti in materia ambientale e per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza all'Unione Europea".

    Sembra essere importante, in senso negativo, quanto contenuto nell'art. 13 del novello decreto legge che introduce l'art 242 bis al Testo Unico sull'Ambiente: "Procedura semplificata per le operazioni di bonifica o di  messa in sicurezza". Ecco quello che prevede a questo proposito l'art. 13, comma 3: "Ultimati gli interventi di bonifica, l'interessato  presenta  il piano di caratterizzazione all'autorita' di cui agli articoli  242  o 252  al fine  di  verificare  il   conseguimento   dei   valori   di concentrazione soglia di contaminazione della matrice  suolo  per  la specifica destinazione d'uso. Il piano è approvato  nei successivi quarantacinque  giorni.  In  via  sperimentale,  per  i  procedimentiavviati entro il 31 dicembre 2017, decorso inutilmente il termine  di cui al periodo precedente, il piano di caratterizzazione  si  intende approvato."

    Ciò che rileva dal tenore normativo è che possa essere il privato a scegliere, nella procedura semplificata per le operazioni di bonifica, per quali inquinanti si debba procedere alla bonifica stessa. In secondo luogo il conseguimento dei valori soglia di contaminazione attraverso la bonifica sembra essere soggetto ad approvazione automatica decorsi 45 giorni senza che l'autorità competente si sia espressa (silenzio assenso). Se da un lato la ratio del silenzio assenso è quella di velocizzare procedure amministrative a volte troppo lente, dall'altro, nel caso delle bonifiche, si rischia di far passare per conseguiti dei valori di contaminazione che invece andrebbero verificati attentamente.

    Con l'introduzione dell'art. 241-bis al Testo Unico sull'Ambiente vengono poi previsti limiti più permissivi per le concentrazioni soglia di contaminazione nelle "Aree militari". Si userà infatti la colonna B e non più la A del dlgs 152/2006 (il T.U. sull'Ambiente). Di conseguenza questi siti saranno trattati come aree industriali in quanto a limiti di contaminazione.

    Allegati

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)