Ecologia

Lista Ecologia

Archivio pubblico

Incontro «Coworkiamo», 25 giugno 2015, c/o Convento San Pasquale, Taranto

L’utilità dello screening: spirometria e misurazione del monossido di carbonio espirato

Gli effetti tossici del CO possono essere acuti e caratterizzati da alterazioni della visione, dei riflessi neurologici, da variazioni della frequenza cardiaca, dispnea, astenia fino a effetti cronici a carico dell’apparato cardiovascolare e respiratorio
27 giugno 2015
Dott.ssa Maria C. Nocerino
Fonte: Dott.ssa Maria C. Nocerino

La determinazione del monossido di carbonio espirato viene effettuata per mezzo di dispositivi di controllo che misurano il livello di CO inalato in ppm e la percentuale di carbossiemoglobina (%COHb).

I misuratori portatili di CO vengono impiegati per la diagnosi della intossicazione da monossido di carbonio, per il controllo dell’aria nell’ambiente a scopo preventivo e soprattutto in programmi antifumo intesi come prevenzione e terapia del tabagismo all’interno di centri specializzati, scuole e cliniche.

L’esecuzione dell’esame è estremamente semplice e consiste in una manovra di espirazione del soggetto attraverso un boccaglio collegato all’unità tramite un raccordo a T.

Il CO una volta inalato diffonde rapidamente attraverso gli alveoli polmonari e passa nel sangue dove si lega con l’emoglobina, con una affinità 240 volte maggiore a quella dell’ossigeno.
Il legame CO-Hb (Carbossiemoglobina) determina una riduzione della capacità del sangue di trasportare ossigeno e quindi una minore ossigenazione tessutale.
Gli effetti tossici del CO possono essere acuti e caratterizzati da alterazioni della visione, dei riflessi neurologici, da variazioni della frequenza cardiaca, dispnea, astenia fino a effetti cronici a carico dell’apparato cardiovascolare e respiratorio.

Allegati

  • Ambiente e malattie respiratorie

    Dott.ssa Maria C. Nocerino
    417 Kb - Formato pdf
    Slide a corredo della relazione presentata dalla dott.ssa Nocerino presso il Convento San Pasquale, Taranto. Nell'ambito degli incontri di "Coworkiamo" organizzati da PeaceLink ed EuThink ed ospitati da Frate Francesco Zecca.

Articoli correlati

  • Ecologia
    Presentati a Roma studi epidemiologi aggiornati su Taranto. Il comunicato di PeaceLink

    Taranto, l'inquinamento uccide ancora

    L'ultimo studio del dott. Forastiere (già perito del GIP Patrizia Todisco) e di un vasto gruppo di ricerca ha aggiornato i dati e documenta la persistenza di un pericolo per la salute: "Lo studio supporta l'esistenza di un effetto causale di PM10 industriale sulla mortalità nell'area di studio".
    6 settembre 2016 - Alessandro Marescotti
  • Malattie respiratorie croniche: diagnosi più tempestive
    Ecologia
    Attualmente nel nostro Paese rappresentano la terza causa di morte

    Malattie respiratorie croniche: diagnosi più tempestive

    A Venezia un Meeting internazionale organizzato da AIMAR e patrocinato da AIPO e SIMER per analizzare i costi della bronco pneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), un importante problema di salute globale.

  • Sociale
    Documentario inchiesta mercoledì 5 agosto 2009 alle 23,40 su RAITRE

    Come inventare le malattie per fare profitti

    Con la complicità dei media viene diffusa l’implacabile forza d’urto del marketing, in grado di diffondere la paura per malattie inesistenti o semplicemente la paura di invecchiare. In inglese si chiama DISEASE MONGERING, che si potrebbe tradurre “commercializzazione delle malattie”.
    3 agosto 2009
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.27 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)