Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

    Gli angeli dalle ali spezzate

    8 giugno 2016 - Beatrice Ruscio

    I bambini dovrebbero ereditare dai genitori solo gli occhi azzurri, il color miele dei capelli, quelle buffe fossette sulle guance e il modo di ridere, di inclinare la testa, la predisposizione per lo sport. Il piccolo Lorenzo, Lollo per tutti quelli che gli volevano bene, ha ereditato cose ben diverse. È nato con un tumore al cervello, una pistola puntata alla tempia, come nelle più macabre roulette russe. Dal momento della sua nascita la pistola ha iniziato il suo terribile giro, fino a che ha sparato il colpo mortale. Lorenzo è morto a soli 5 anni, la maggior parte dei quali passati negli ospedali, tra operazioni (ben 25), chemioterapie, trasferimenti in strutture all'avanguardia e pochi momenti di gioia e felicità, accanto alla sua famiglia. Dopo la morte sul suo corpicino sono state fatte analisi che hanno rilevano nel suo cervello la presenza di ferro, acciaio, zinco, silicio e alluminio. Secondo la relazione di una dottoressa, fisico e bioingegnere, la predisposizione genetica e l'esposizione durante la gravidanza a pericolosi inquinanti ambientali potrebbe spiegare la presenza nel suo cervello di quelle sostanze che, normalmente, non dovrebbero esserci. La predisposizione genetica avrebbe sviluppato il danno oncologico ma sono state le sostanze tossiche presenti nell'ambiente a premere il grilletto di quella pistola. Senza l'esposizione all'inquinamento, probabilmente, la predisposizione genetica sarebbe rimasta caricata a salve tutta la vita. Tutta la vita....com'è stata breve quella di Lollo. Un battito d'ali, solo un assaggio d'amore, una breve visita per poi volare via come un angelo, dove non c'è più dolore, paura, morte. E a chi resta, il compito di ricordarlo, difenderlo, lottare per lui, per dargli giustizia. Dov'è nato il piccolo Lorenzo? A questo punto non importa, perchè Lorenzo è figlio nostro, il nostro fratellino, nipote, vicino di casa. Bambino dei nostri tempi e finchè non impareremo a vederlo come un figlio nostro, non potremo mai combattere per evitare che altri bambini soffrano come lui ha sofferto. Mauro e Lorenzo Zaratta

    Note:

    http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/notizie-nascoste/765683/Lorenzo-a-5-anni-morto-con.html
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/06/07/taranto-legali-del-piccolo-lorenzo-veleni-nel-suo-cervello-perche-la-madre-in-gravidanza-lavorava-ai-tamburi/2806575/

    PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.7 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)