Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

Articoli correlati

  • Noi analizziamo l'inquinamento e tu puoi aiutarci
    Basilicata

    Noi analizziamo l'inquinamento e tu puoi aiutarci

    Il tuo 5x1000 per Cova Contro
    27 aprile 2018 - Cova Contro
  • "L'Italia espelle diplomatici russi in servile ossequio alla fedeltà atlantica e sulla base di fake news!"
    Dal comunicato della Rete NoWar:

    "L'Italia espelle diplomatici russi in servile ossequio alla fedeltà atlantica e sulla base di fake news!"

    Con l'affare Skripal, la Gran Bretagna aizza la Guerra Fredda. Orchestra una grossolana montatura contro la Russia e poi, all'unisono, quasi tutti i paesi della NATO espellono “per solidarietà” oltre 100 diplomatici russi. Eppure la GB ha emesso un verdetto senza prove, senza inchiesta indipendente, senza far vedere i rilievi del laboratorio. Un linciaggio bell'e buono.
    31 marzo 2018 - Rete NoWar - Roma
  • Lo stato di salute della Puglia

    Analisi delle cause di decesso in Puglia

    Gli open data ed l'elaborazione statistica statistica hanno consentito questi risultati
    23 marzo 2018 - Antonello Russo
  • Approvata il 4 luglio 2017

    Puglia, mozione per il disarmo nucleare

    Il Consiglio Regionale della Puglia impegnano il Presidente della Regione e la Giunta regionale a richiedere al Governo nazionale di rispettare il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari e, attenendosi a quanto da esso stabilito, a porre in essere iniziative finalizzate alla rimozione da parte degli Stati Uniti d’America di qualsiasi arma nucleare dal territorio italiano e alla loro rinuncia a installarvi i nuovi ordigni B61-12 e qualsivoglia altra arma nucleare.

Conversione nucleare

Chicco Testa sulla conversione nucleare: «Non possiamo farne a meno»
6 febbraio 2005

Chicco Testa In un'intervista al Corriere della Sera, ieri l'ex legambientalista ed ex presidente dell'Enel Chicco Testa ha dichiarato: «Oggi un mondo senza energia nucleare è impensabile... Il referendum del 1987 voleva essere un referendum contro la politica energetica italiana di cui il nucleare era la punta di diamante, ma adesso la situazione è radicalmente diversa. Allora il protagonista assoluto era l'Enel. Oggi ci sono altri operatori». Testa ha anche detto che «in Italia non è possibile tornare all'energia atomica, almeno non nel breve periodo» ma, ha ammonito: «Se rinunciassimo al nucleare in Europa, il protocollo di Kyoto salterebbe perché le emissioni di gas serra aumenterebbero. Oggi il 17% della produzione mondiale di elettricità è nucleare - sostiene l'ex ecologista, ora presidente dell'azienda per le grandi opere di Roma - e quindi non genera emissioni di C02. Sostituendo le centrali atomiche con impianti termici, anche se ad altissima efficienza, avremmo un incremento delle emissioni annue di 955 milioni di tonnellate. Ci sarebbe un amento del 4,1%, che vanificherebbe Kyoto». L'inquinamento elettromagnetico gli ha fatto male, è il commento del senatore dei Verdi Sauro Turroni, vicepresidente della Commissione ambiente del Senato. «Infatti, per dire che il nucleare è necessario e che non è possibile farne a meno, egli usa gli argomenti utilizzati dai new-nuclearisti del centrodestra. Tra l'altro senza contrapporre al nucleare le fonti di energia rinnovabile come quella solare, eolica, termica, idroelettrica e l'idrogeno che le tecnologie mettono a disposizione, ma solo i combustibili fossili».

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)