Sottoscrivi la proposta

L'Europa ripudia la guerra e promuove il rafforzamento e la democratizzazione delle Nazioni unite

Proposta inserita nella piattaforma della Conferenza sul futuro dell'Europa nella categoria "L'UE nel mondo".
12 aprile 2022

Marcia per la pace Perugia Assisi - Tavola della Pace

Il 24 aprile è stata convocata una Marcia per la pace PerugiAssisi straordinaria. A due mesi esatti dal 24 febbraio, la guerra in Ucraina avanza facendo strage di vite innocenti, riducendo le città in cimiteri, minacciando la guerra mondiale e la catastrofe atomica. Negli stessi giorni si conclude la partecipazione dei cittadini europei alla piattaforma della Conferenza sul futuro dell'Europa (COFE).

Per questo motivo è stato ripreso - a vent'anni di distanza - il testo della campagna "L'Europa ripudia la guerra" promossa nel 2002 dal movimento pacifista durante la convenzione europea, ed è stato pubblicato sulla piattaforma della COFE nella categoria "L'UE nel mondo". Occorrono 500 sottoscrizioni entro il 24 aprile per raggiungere e superare le due proposte con più adesioni nello stesso ambito.  In questo modo la presidenza della Conferenza sul futuro dell'Europa dovrà tenerne conto nella relazione finale sulle proposte avanzate dai cittadini tramite la piattaforma digitale.

Di seguito trovate il titolo e il testo della proposta:

L'Europa ripudia la guerra e promuove il rafforzamento e la democratizzazione delle Nazioni unite

Noi cittadine e cittadini, organizzazioni e movimenti europei, uniti più che mai nel nome della pace e dei diritti umani, della giustizia e della solidarietà tra i popoli(1), chiediamo che nella futura Costituzione europea (2) si affermi, come all'articolo 11 della Costituzione italiana, che: 

«l'Europa ripudia la guerra come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali e riconosce nella pace un diritto fondamentale delle persone e dei popoli; l'Europa contribuisce alla costruzione di un ordine internazionale pacifico e democratico.
A tale scopo promuove e favorisce il rafforzamento e la democratizzazione dell'organizzazione delle Nazioni unite e lo sviluppo della cooperazione internazionale».

Sottoscrivi la proposta sulla piattaforma della Conferenza sul futuro dell'Europa:

https://futureu.europa.eu/processes/EUInTheWorld/f/16/proposals/293042

Note: (1) La proposta riprende il testo della Campagna «L'Europa ripudia la guerra» promossa dalla Tavola della pace alla fine del 2002 per inserire nella Costituzione europea il ripudio della guerra, il diritto alla pace e la riforma democratica delle Nazioni unite (vedi https://www.peacelink.it/europace/a/6964.html  Fonte: capitolo "Pace e costituzione europea", Annuario della pace, a cura di Luca Kocci, Asterios Editore, Trieste 2003)

(2) che uscirà fuori dal processo di riforma dei trattati europei in discussione nella piattaforma della Conferenza sul futuro dell’Europa

Articoli correlati

  • Dolci, terribili scivolamenti del discorso pubblico sulla guerra in Ucraina
    Conflitti
    Scomparsi i negoziati e la parola "pace"

    Dolci, terribili scivolamenti del discorso pubblico sulla guerra in Ucraina

    Il discorso pubblico sulla guerra in corso si va modificando in modo rapido e sostanziale ma, al contempo, poco visibile e perciò “indolore”. Questi cambiamenti così rilevanti raramente sono oggetto di discussione in quanto tali e questo può contribuire a renderli invisibili ai nostri occhi.
    1 maggio 2022 - Daniela Calzolaio
  • Pace proibita? Esponenti della cultura, del giornalismo e dello spettacolo protestano
    Pace
    Un evento di Santoro e Vauro, dal vivo e in streaming

    Pace proibita? Esponenti della cultura, del giornalismo e dello spettacolo protestano

    Michele Santoro e Vauro Senesi riuniscono in nome della pace, lunedì prossimo (2 maggio) alle ore 21, esponenti della cultura, del giornalismo e dello spettacolo per "opporsi alla deriva verso il pensiero unico e la resa dell’intelligenza" davanti agli orrori della guerra in corso in Ucraina.
    28 aprile 2022 - Patrick Boylan
  • Tertium non datur?
    Conflitti
    Guerra in Ucraina: tra alternative illusorie e bisogno di complessità

    Tertium non datur?

    Dice Edgar Morin: «Attenzione all’isteria legata alla guerra, che ci fa vedere solo un lato della realtà, spesso più complessa. Dobbiamo fare una diagnosi corretta dell’uomo nel mondo, e nella storia attuale. Prima dell’impegno, prima dell’indignazione, dobbiamo capire».
    8 marzo 2022 - Daniela Calzolaio
  • A Taranto si raccolgono viveri, medicinali e vestiti per l'Ucraina
    Taranto Sociale
    Comunicato stampa della Caritas Diocesana e di Migrantes diocesana di Taranto

    A Taranto si raccolgono viveri, medicinali e vestiti per l'Ucraina

    Iniziativa di solidarietà della Caritas Diocesana e di Migrantes diocesana di Taranto in collaborazione con la comunità Ucraina e la Parrocchia di San Pasquale.
    28 febbraio 2022 - Fulvia Gravame
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)