Appello per Venezia, patrimonio dell'umanità e distretto dell'UE

Salviamo Venezia

Il disastro di Venezia, come quello di Matera, dimostra che la tutela dei patrimoni culturali comuni va affidata a strutture di salvaguardia europee e non ai soli paesi ospitanti. 
18 novembre 2019

Da una foto di Di Martin Falbisoner, Opera propria, CC BY-SA 4.0,

Lo scrittore veneziano Roberto Ferrucci in un articolo su Le Monde conclude un reportage sui disastri dell’acqua alta a Venezia con le seguenti parole:  “Venezia la può salvare soltanto il resto del mondo. Una sovrastruttura internazionale composta da gente competente e capacissima"

Il disastro di Venezia, come quello di Matera, dimostra che la tutela dei patrimoni culturali comuni va affidata a strutture di salvaguardia europee e non ai soli paesi ospitanti. 

Per questo motivo accogliamo la proposta di Ferrucci lanciando un appello affinché, in una fase in cui l’Europa è alla ricerca della sua anima, l'Unione Europea crei, in prima istanza, un fondo ad hoc attivabile in tempi rapidi per "Venezia patrimonio dell'umanità" di cui l'Italia e l'Europa si devono assumere la responsabilità della sua conservazione e, in prospettiva, dichiari Venezia il primo distretto di una Federazione europea in costruzione e intraprenda una trattativa con il governo italiano in vista di tale obiettivo. Venezia, con la sua storia millenaria di repubblica aperta a tutti i popoli d'Europa, è prima di tutto la città dei sogni dei cittadini del vecchio continente.

Salviamo Venezia, patrimonio dell'umanità, e chiediamo che diventi "distretto dell'UE”!

 
Primi firmatari: Franco Praussello, Giampiero Bordino, Susanna Cafaro, Alessandro Cavalli, Troy Davis, Piergiorgio Grossi, Nico Andreas Heller, Guido Montani, Domenico Moro, Ioannis Papadopoulos, Paolo Ponzano, Nicola Vallinoto.
Per firmare l'appello:

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)