Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

UE-Balcani. Operazione militare in Bosnia e Herzegovina (Althea)

L'articolo presenta brevemente le caratteristiche della più importante missione militare della Unione europea fino ad oggi, la missione Eufor-Althea in Bosnia, composta di settemila uomini e subentrata al contingente NATO nell'area (SFOR)
8 gennaio 2005 - Politica in Europa. Dialogo tra riformisti
Fonte: Politica in Europa. Dialogo tra riformisti

02/12/04 - E' iniziata il 2 dicembre la missione militare dell'Unione Europea in Bosnia e Herzegovina (BiH), il più ambizioso progetto militare messo in atto dall'UE alla data odierna. Denominata "Eufor - Althea", la missione vede impegnato un contingente di 7.000 uomini con lo scopo di rendere sicuro il Paese.

La missione Althea nasce in seguito alla decisione del Consiglio dell'UE del 12 luglio 2004 e si inserisce nell'ambito della politica comune di sicurezza e difesa dell'Unione (ESDP).

L'operazione Althea persegue i seguenti obiettivi:

- Obiettivo di lungo termine. Una stabile, autosufficiente, pacificata e multietinca BiH, cooperante con i Paesi vicini e sulla strada irreversibile dell'adesione all'UE.

- Obiettivo di medio termine. Supportare i progressi della BiH verso l'integrazione europea contribuendo a rendere la regione protetta e sicura con l'obiettivo di sottoscrivere un trattato di stabilizzazione ed associazione. Questo completerà la missione del rappresentante speciale della UE e porterà alla conclusione del ruolo esecutivo dellla UE nel processo di pace, con il graduale trasferimento della leadership alle autorità della BiH.

- Obiettivo di breve termine. Assicurare una transizione stabile nel passaggio delle operazioni dalla NATO alle forze europee al fine di mantenere un quadro sicuro in cui sia possibile l'attuazione dell'accordo di pace di Dayton.

L'operazione della UE fa parte di un approccio coerente dell'Unione alla questione bosniaca. Althea infatti si affianca all'impegno politico della UE, ai suoi programmi di assistenza ed alle missioni in corso di polizia e sorveglianza nel quadro di un completo aiuto e supporto alla BiH verso la strada dell'integrazione futura nell'Unione.

La risoluzione n.1551 delle Nazioni Unite, adottata all'unanimità il 9 luglio 2004, ha accolto favorevolmente il proposito della UE di lanciare una propria missione militare in BiH.

La decisione della UE di lanciare Althra segue alla scelta della NATO di concludere la propria operazione SFOR. L'operazione Althea farà riferimento alle strutture e risorse NATO, come stabilito nell'accordo di Berlino.

Il generale britannico John Reith è stato scelto come comandante della missione Althea.

Per un'analisi dell'operazione Althea e dei rapporti con la NATO si rimanda al seguente approfondimento.

http://www.politicaineuropa.com/modules.php?name=News&file=article&sid=365

Note:

Sull'argomento si vedano anche:

la missione ALTHEA sul sito del Consiglio dell'Unione europea http://ue.eu.int/showPage.asp?id=745&lang=en

Laurent Zecchini, "Bosnia, una prova per l'esercito europeo", tr. it. da Le Monde, 2 dicembre 2004, in "Internazionale", anno XII, n. 569, 10-16 dicembre 2004, p. 86;

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)