Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • PsyOps
    I retroscena della guerra

    PsyOps

    Si chiamano Psychological Operations (PsyOps) e servono a manipolare l'opinione pubblica. I principali obiettivi delle PsyOPs oggi sono (paradossalmente) proprio i pacifisti. Come reagire? Diventanto esperti di fact checking, entrando nel vivo delle informazioni militari per verificarle con sistematicità, con metodo e con una buona dose di dubbio.
    10 maggio 2018 - Alessandro Marescotti
  • "Lei ama la guerra?"
    Una lettura utile ai tempi di Trump

    "Lei ama la guerra?"

    Emilio Lussu sulla guerra
    14 aprile 2018
  • Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov

    Siria, cercasi un nuovo Stanislav Petrov

    “Sono convinto che oggi il settore R&S (ricerca e sviluppo) della nonviolenza debba fare grandi passi avanti” (Alexander Langer 1991)
    13 aprile 2018 - Alessio Di Florio
  • Cartesio contro la guerra
    Il grande filosofo e matematico

    Cartesio contro la guerra

    Affermò nel XVII secolo: "Chi vede come noi uomini siamo fatti e pensa che la guerra è bella o che valga più della pace è storpio di mente".
    1 aprile 2018 - Alessandro Marescotti

Trattato Ue. Bocciato per soli nove voti il ripudio della guerra

Aprile
Fonte: AprileOnLine.Info n. 185 del 26 gennaio 2005 - 26 gennaio 2005

Per soli 9 voti la Camera ha oggi respinto l’ordine del giorno, presentato dagli onn. Pietro Folena (DS) ed Ermete Realacci (Margherita), che impegnava il governo a lavorare perché fosse introdotto nella Costituzione Europea il ripudio della guerra contenuto nell’art.11 della Costituzione italiana. In proposito l’on.Folena ha dichiarato: “La bocciatura del nostro ordine del giorno, con uno scarto tanto ridotto, dimostra come una giusta battaglia quale è l’introduzione del ripudio della guerra nella Costituzione europea, può fare breccia e conquistare il consenso anche di settori moderati dello schieramento politico. Purtroppo dobbiamo rivelare che in questa occasione il governo si è pronunciato in senso contrario, differentemente da quanto aveva fatto l’anno scorso nei riguardi di una mozione dai medesimi contenuti, il che ci dice che in un anno le posizioni pro-guerra dell’esecutivo si sono rafforzate, nonostante l’evidente disastro in Iraq. Se poi affianchiamo questo alla discussione avvenuta sulle radici giudaico-cristiane, non posso non rilevare una certa ipocrisia: forse la pace non è un valore cristiano? Chi si batte affinché nella Costituzione europea sia inserita quella dicitura, perché contemporaneamente si oppone all’inserimento del ripudio della guerra?”

Note:

Mozione Realacci
http://italy.peacelink.org/europace/articles/art_6934.html

Europa: una Costituzione senza pace
http://italy.peacelink.org/europace/articles/art_8371.html

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)