Kimbau

Il quotidiano La Stampa dedica un'intera pagina alla dottoressa Chiara Castellani

Kimbau: "In nove mesi dal Medioevo al futuro"

L'acqua, la luce e la nuova connessione satellitare, una rivoluzione in pochi mesi, un lavoro preparato in sedici anni di impegno silenzioso
24 novembre 2007

Chiara Castellani accende la prima lampadina a Kimbau

Con il titolo "In nove mesi dal Medioevo al futuro" oggi il quotidiano torinese La Stampa ha dedicato l'ìntera pagina 19 a Kimbau e alle iniziative promosse dalla dottoressa Chiara Castellani in Congo.

C'è una bella foto di ragazzi africani con il computer portatile e, al centro della pagina, campeggia la cartina della Repubblica Democratica del Congo con la capitale Kinshasa e con la freccetta che localizza lo sperduto villaggio di "Kimbau" dove sorge l'ospedale diretto dalla dottoressa Chiara Castellani, missionaria laica al fianco dei più poveri.

L'autore dell'articolo è Antonio Massari, il quale ripercorre l'intera storia di Chiara Castellani in modo efficace e appassionante.

Viene fatto un cenno al sito di PeaceLink e, come si può notare leggendo, varie informazioni sono tratte dal sito http://www.kimbau.org

Il giornale sottolinea come a Kimbau, tramite una connessione satellitare, sia arrivata anche Skype (Chiara Castellani ha come identificativo su Skype "kimbau1" e la si trova on line la mattina presto prima delle 9 o la sera intorno alle 21 e oltre).

Significative sono le dichiarazioni della dottoressa Castellani: "Chi non sa utilizzare i computer e Internet è condannato all'analfabetismo del futuro e qui ora c'è molto entusiasmo. Se in passato avessi potuto usare Internet la mia denuncia sarebbe stata più efficace".

Il giornalista annota che i suoi ragazzi hanno potuto scrivere un articolo da pubblicare sul web (in francese). "Un reportage sull'alluvione è sul sito di PeaceLink". In realtà il reportage è su http://www.kimbau.org

Una valutazione interessante di Chiara Castellani: "Qui la gente ha i mezzi di tre secoli fa. Però ha l'intelligenza del nostro millennio: in pochi mesi stanno superando un gap di 300 anni".

E infatti a Kimbau in tanti stanno creandosi la casella e-mail... se non è una speranza questa...

Articoli correlati

  • "Riace, Musica per l’Umanità" al Centro Studi Sereno Regis di Torino
    Storia della Pace
    Presentazione al Festival della Nonviolenza e della Resistenza Civile

    "Riace, Musica per l’Umanità" al Centro Studi Sereno Regis di Torino

    Una presentazione in pubblico al Festival della Nonviolenza e della Resistenza Civile molto partecipata e sentita sull’onda del ricordo di un carissimo maestro di vita come Nanni Salio, grande attivista e ecopacifista, già presidente del Centro Studi Sereno Regis di Torino.
    11 ottobre 2019 - Laura Tussi
  • Festival della Nonviolenza e della Resistenza civile
    Pace
    Centro Studi Sereno Regis, PeaceLink, Disarmisti Esigenti:

    Festival della Nonviolenza e della Resistenza civile

    La nonviolenza è il filo conduttore sia per il caso Ilva di Taranto sia per il modello Riace: razzismo ambientale, razzismo contro i migranti
    25 settembre 2019 - Laura Tussi
  • Festival della Nonviolenza e della Resistenza civile - Torino
    Pace
    Centro Studi Sereno Regis, PeaceLink, Disarmisti Esigenti:

    Festival della Nonviolenza e della Resistenza civile - Torino

    La nonviolenza è il filo conduttore sia per il caso Ilva di Taranto sia per il modello Riace: razzismo ambientale, razzismo verso i migranti
    16 agosto 2019 - Laura Tussi
  • Critical Mass attaccata dalla polizia
    Consumo Critico
    Commento di Giulietta Pagliaccio, presidente di FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta

    Critical Mass attaccata dalla polizia

    A Torino una manifestazione pacifica per la mobilità sostenibile viene attaccata dalla polizia
    24 marzo 2019 - Linda Maggiori
Licenza: Pubblico Dominio
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.29 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)