Latina

Honduras

La 'siembra' di Berta continua a generare semi di libertà

Tre anni dopo il suo assassinio, Berta Cáceres vive nelle lotte emancipatorie dei popoli
12 marzo 2019
Giorgio Trucchi
Foto Giorgio Trucchi | Rel-UITA Sono passati tre anni da quella dolorosa notte in cui un commando omicida ci ha portato via Berta.

Sono passati tre anni e il mondo continua a chiedere, a esigere giustizia e la cattura dei mandanti dell'omicidio.

Sono passati tre anni e Berta, il suo lascito, il suo pensiero politico, la sua integrità e coerenza, la sua visione sull'importanza di ampliare la lotta anti-patriarcale, antirazzista, anticapitalista e antimperialista continua a ispirare nuove e vecchie generazioni.

Ci spinge a perdere la paura, a camminare con la gente, a difendere i territori, a contrastare un modello predatorio che saccheggia i beni comuni e criminalizza, processa e assassina chi li difende.

Lo scorso 3 marzo, dopo una lunga giornata di convivenza e incontro per approfondire il pensiero e la lotta di Berta, delegati dei popoli dell'Honduras, membri di organizzazioni sociali e popolari, studenti, amici, alleati nazionali e internazionali del Consiglio civico delle organizzazioni popolari e indigene dell'Honduras (Copinh), hanno camminato per le strade di La Esperanza, urlando all'unisono "Berta vive, la lucha sigue".

Qui sotto foto, video e voci di e su queste giornate.

Gallerie di foto:
- La siembra de Berta sigue generando semillas de libertad
- Berta está en cada lucha acompañando a los pueblos del mundo

Video:
- A tres años de la siembra de Berta

Radio Cooperativa di Padova (ascolta la trasmissione da Tegucigalpa)
- A tre anni dall'omicidio di Berta Cáceres

Foto Giorgio Trucchi | Rel-UITA

Articoli correlati

Prossimi appuntamenti

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.16 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)