Laboratorio di scrittura

No nuke

Il simbolo del disarmo nucleare compie 60 anni

Fu disegnato dal pacifista britannico Gerald Holtom
20 febbraio 2018

Sono nato a Taranto il 20 febbraio 1958. Simbolo no nuke

Il giorno dopo è accaduta una cosa interessante: il pacifista britannico Gerald Holtom disegna questo simbolo che vedete. 

E' il simbolo del disarmo nucleare.

Il simbolo del disarmo nucleare compie dunque domani 60 anni.

Da quando ho saputo (pochi mesi fa) che c'è questa "quasi coincidenza" fra il mio compleanno e il simbolo del disarmo nucleare, porto al collo una piccola medaglietta con il simbolo creato da Gerald Holtom.

Domani quindi il simbolo del disarmo nucleare compie sessanta anni.
Il logo di una marcia contro la guerra nucleare

Il logo per il disarmo nucleare fu disegnato il 21 febbraio 1958 in occasione della prima Marcia Aldermaston, organizzata dal Direct Action Committee against Nuclear War.

L'ideatore del logo fu Gerald Holtom, un disegnatore e pacifista britannico.

Fonte: Wikipedia

Quando sono nato, il latte di mia mamma non era inquinato dalla diossina (gli impianti siderurgici cominciarono a funzionare nel 1964) ma dalla radioattività degli esperimenti nucleari in atmosfera, che furono messi al bando nel 1963 grazie all'iniziativa di vari scienziati, fra cui Linus Pauling, che ebbe per questo il Premio Nobel per la Pace.

Si era scoperto che nel latte materno arrivava la radioattività, lo avevano denunciato alcuni scienziati americani all'inizio degli anni Sessanta. 

Alcune settimane fa il Premio Nobel per la Pace è stato assegnato alla Campagna di messa al bando delle armi nucleari e il fatto di aver indossato già dall'estate scorsa il simbolo di quella campagna, creato da Gerald Holtom, credo che sia stato di buon auspicio!

Sessanta anni dopo quel simbolo ha guadagnato il Nobel per la pace. 

Articoli correlati

  • "Il cortile degli oleandri"
    Cultura
    Racconto antifascista di Rosaria Longoni

    "Il cortile degli oleandri"

    Questo è il nuovo racconto di Rosaria Longoni tratto dal suo ultimo romanzo Il cortile degli oleandri, che narra la storia di una famiglia, immigrata in Brianza durante la seconda guerra mondiale, solidale con Resistenti, Renitenti e Partigiani nel periodo nefasto dell'incubo nazifascista
    19 agosto 2021 - Laura Tussi
  • Carla Fracci: la grande étoile era una testimonial contro il nucleare
    Pace
    Una donna per la pace

    Carla Fracci: la grande étoile era una testimonial contro il nucleare

    Ricordiamo il suo impegno civile per la messa al bando delle armi nucleari. Leggeva poesie il 6 agosto per ricordare Hiroshima e Nagasaki.
    28 maggio 2021 - Patrizia Sterpetti
  • Studio delle Nazioni Unite sull'educazione al disarmo e alla non proliferazione nucleare
    Pace
    Lo studio A/57/124 è stato richiesto con risoluzione 55/33 dell'Assemblea Generale ONU 20/11/2000

    Studio delle Nazioni Unite sull'educazione al disarmo e alla non proliferazione nucleare

    Questo studio è stato presentato al primo comitato dell'Assemblea generale dell'ONU nella sua 57a sessione il 9 ottobre 2002. Nello studio si prevede che l'educazione al disarmo proietti a tutti i livelli i valori della pace, della tolleranza, della nonviolenza e del dialogo fra i popoli.
    23 marzo 2021 - Redazione PeaceLink
  • Nucleare civile e militare: una bomba!
    Disarmo
    Il trattato TPAN ha raggiunto la sua attuazione

    Nucleare civile e militare: una bomba!

    Il trattato ONU TPAN per la proibizione delle armi nucleari il 22 gennaio 2021 entra in vigore, anche se ha dei limiti perché non è stato ancora né firmato, né ratificato da nessuno dei paesi che detengono l’arma nucleare
    17 gennaio 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)