Laboratorio di scrittura

La ministra pentastellata Barbara Lezzi ha ripetuto pari pari le parole di Luigi Di Maio

"Sull'Ilva abbiamo ottenuto il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili"

Le ho risposto: "Anche sopravvivere in un campo di concentramento nazista era il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili".
10 febbraio 2019

I ministri pentastellati Luigi Di Maio e Barbara Lezzi

"Sull'Ilva abbiamo ottenuto il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili".

La ministra pentastellata Barbara Lezzi ripete pari pari le parole del suo capo politico, Luigi Di Maio.

Ma cosa significa ottenere il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili? Mi è venuto in mente Primo Levi, che è riuscito a non finire nel forno crematorio. E ho risposto alla ministra Lezzi sulla sua pagina Facebook: "Anche sopravvivere in un campo di concentramento nazista era il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili".

Nessun pentastellato mi ha contraddetto, anzi, il mio commento è quello che ha avuto più consensi: 85 like.

E' in evidente imbarazzo il popolo di Facebook che prima inneggiava al M5s. E questa piccola storia che vi ho raccontato è l'indicatore di un evidente esaurimento della spinta propulsiva del movimento: i ministri pentastellati non vengono difesi sui social network. E' cominciata la fase della stanchezza e del disincanto, è iniziata la parabola discendente anche sul terreno più congeniale su cui il M5s ha fatto la sua fortuna: Facebook.

Articoli correlati

  • Video su Taranto, l'ambiente e la salute
    Taranto Sociale
    A cura di Max Perrini

    Video su Taranto, l'ambiente e la salute

    Il Comitato cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto ha creato un canale su Youtube. Vi riportiamo il link per accedervi
    Redazione PeaceLink
  • Le sette criticità di Acciaierie d'Italia
    Editoriale
    L'accordo fra Invitalia e ArcelorMittal tutela quest'ultima rispetto alle perdite economiche

    Le sette criticità di Acciaierie d'Italia

    La cosa più grottesca è che il peggioramento del cronoprogramma del piano ambientale venga presentato come "green" solo perché verranno fatti alcuni cenni all'idrogeno e a "emissioni zero" nel 2050, ossia quando tantissimi tarantini saranno già morti.
    16 aprile 2021 - Alessandro Marescotti
  • Aiutateci ad andare a Roma!
    Taranto Sociale
    Presidio "Basta così! Si va a Roma"

    Aiutateci ad andare a Roma!

    Il 13 maggio il Consiglio di Stato si esprimerà sul ricorso presentato da ArcelorMittal contro l'ordinanza sindacale di fermo degli impianti a caldo dell'acciaieria. Fin dal 12, se le misure anticovid lo permetteranno, attenderemo pacificamente il verdetto in presidio a Roma.
    12 aprile 2021 - Comitato cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • "Abbiamo fornito spiegazioni"
    Taranto Sociale
    Lavoratore licenziato, per il ministero del Lavoro le informazioni non sono sufficienti

    "Abbiamo fornito spiegazioni"

    “ArcelorMittal conferma di aver fornito al ministro Orlando le spiegazioni richieste riguardo al licenziamento dell’operaio di Taranto”. Così ArcelorMittal in una nota. Il Consiglio comunale di Taranto ha approvato un ordine del giorno nel quale chiede la revoca del licenziamento.
    9 aprile 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)