Laboratorio di scrittura

La ministra pentastellata Barbara Lezzi ha ripetuto pari pari le parole di Luigi Di Maio

"Sull'Ilva abbiamo ottenuto il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili"

Le ho risposto: "Anche sopravvivere in un campo di concentramento nazista era il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili".
10 febbraio 2019

I ministri pentastellati Luigi Di Maio e Barbara Lezzi

"Sull'Ilva abbiamo ottenuto il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili".

La ministra pentastellata Barbara Lezzi ripete pari pari le parole del suo capo politico, Luigi Di Maio.

Ma cosa significa ottenere il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili? Mi è venuto in mente Primo Levi, che è riuscito a non finire nel forno crematorio. E ho risposto alla ministra Lezzi sulla sua pagina Facebook: "Anche sopravvivere in un campo di concentramento nazista era il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili".

Nessun pentastellato mi ha contraddetto, anzi, il mio commento è quello che ha avuto più consensi: 85 like.

E' in evidente imbarazzo il popolo di Facebook che prima inneggiava al M5s. E questa piccola storia che vi ho raccontato è l'indicatore di un evidente esaurimento della spinta propulsiva del movimento: i ministri pentastellati non vengono difesi sui social network. E' cominciata la fase della stanchezza e del disincanto, è iniziata la parabola discendente anche sul terreno più congeniale su cui il M5s ha fatto la sua fortuna: Facebook.

Articoli correlati

  • La plastica negli altoforni ILVA
    Editoriale
    Invece di ridurre il più possibile l'uso della plastica

    La plastica negli altoforni ILVA

    Vorrebbero alimentare gli altoforni ILVA con centomila tonnellate/anno di plastica. E' una quantità di plastica enormemente superiore a quella prodotta dai tarantini (che non producono mezza tonnellata di plastica all'anno). A Taranto arriverà la plastica di tutto il mondo?
    7 agosto 2020 - Alessandro Marescotti
  • Lettera al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sull'ILVA
    Taranto Sociale
    L'ILVA multata per oltre 55 milioni di euro per non aver acquistato "certificati verdi"

    Lettera al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sull'ILVA

    Richiesta di coinvolgimento dei cittadini ai sensi della Convenzione di Aarhus, recepita con legge 108/2001. Il Just Transition Fund non divenga la stampella per far proseguire ancora di qualche mese l'agonia dell'ILVA. Gli aiuti di stato sono vietati dal Trattato di Funzionamento dell'UE.
    23 luglio 2020 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • I terrapiattisti dell'ILVA
    Editoriale
    Come è recuperabile se perde cento milioni di euro al mese?

    I terrapiattisti dell'ILVA

    Nessuno ci ha mai spiegato come fa ad andare in equilibrio una fabbrica che, producendo meno di 4 milioni di tonnellate all'anno, dovrebbe superare i 7 milioni per raggiungere il pareggio.
    24 luglio 2020 - Alessandro Marescotti
  • La stima di Nichi Vendola verso Emilio Riva
    Ecologia
    La dichiarazione di Vendola è apparsa sulla rivista trimestrale "Il Ponte" nel 2011

    La stima di Nichi Vendola verso Emilio Riva

    "Chiesi ad Emilio Riva, nel mio primo incontro con lui, se fosse credente, perché al centro della nostra conversazione ci sarebbe stato il diritto alla vita. Credo che dalla durezza di quei primi incontri sia nata la stima reciproca che c’è oggi".
    24 luglio 2020 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)