Laboratorio di scrittura

Botta e risposta online

"Di Maio ha realizzato cose che noi umani non immaginavamo"

"Marescotti! Che figura barbina per tre minuti di celebrità sulle spalle dei tarantini e del PIÙ giovane, bravo, preparato, onesto e capace Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico!"
- Marescotti! Che figura barbina per tre minuti di celebrità sulle spalle dei tarantini e del PIÙ giovane, bravo, preparato, onesto e capace Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico!
- Il ministro Di Maio ha dato mandato agli avvocati perché l'altoforno 2 dell'Ilva continui a funzionare e a produrre nonostante metta a rischio la sicurezza dei lavoratori (e la salute dei cittadini). Ma il ricorso è stato rigettato dal giudice e adesso l'altoforno andrà fermato. Dove sta la bravura del ministro Luigi Di Maio?
- Marescotti, fai come il pendolo: quando eliggi i pentastellati, quando disprezzi DiMaio Sappi che Di Maio è superlativo, sull'Ilva dovresti studiare ancora un po ' per poter padrenostrare. Di Maio è il Movimento e il Movimento siamo milioni di cittadini.
- Non mi hai risposto sull'altoforno.
- Sull'altoforno non ho competenze e dicerto c'è chi sa più di me e di te. Lediscussioni possono anche essere costruttive senza insultare chi si prodiga per gli operai, L'UNICO, altrimenti chiedi ai tuoi compagni he hanno regnato per 7 anni infischiandosene. Di Maio non si mette in discussione. Cisarebbeun altro che stain ognidovee sa come risolvere tutto, cercalosui lidi della Romagna, sulle motoscooter.
- Non ho compagni che hanno regnato per 7 anni. Far lavorare operai in un altoforno pericoloso non è un modo di prodigarsi per gli operai. Mi riferisco a Di Maio ovviamente.
- Certo, arriva dopondecenni di disastri comandati e vuoi che risolvi la cose on tutti contro? Dubito che tu sia Marescotti.
- Sono Alessandro Marescotti. Forse non ti è chiaro che il governo, su volere del ministro Di Maio, ha dato incarico agli avvocati di opporsi all'ordine del giudice di spegnere l'altoforno.
- No, no mi è chiaro, mi è chiaro invece che Di Maio ha realizzato cose che noi umani, non immaginavamo neanche di avere in un anno di Governo.
- Mi dispiace che non sia chiaro che Di Maio preme sugli organi ufficiali perché venga lasciato in funzione l'altoforno 2 dove è morto l'operaio Morricella, investito da una vampata di fuoco perché PERICOLOSO e FUORI NORMA.
- E basta, no! Magari anche della morte del carabiniere Mario è colpevole lui, vero?
- Non ho detto questo. Ho detto che il governo, su impulso del ministro Di Maio, ha chiesto di tenere in funzione l'altoforno 2 ILVA, che è pericoloso e inquinante. E' morto un operaio non per colpa di Luigi Di Maio, ma sarebbe colpa sua se mantenendo in funzione un altoforno pericoloso ci fossero nuove vittime.
- Allora gufa e sii felice
- Non è una risposta.
Di Maio di fronte ai dirigenti di Arcelor Mittal il 30 luglio 2018, quando fu chiesto cosa ne pensassero dell'immunità penale all'ILVA

Articoli correlati

  • "Volevate Gino Strada e avete votato la fiducia al DL Sicurezza Bis"
    Migranti
    Tante critiche sulla rete a Di Maio per il voto che punisce chi salva i migranti

    "Volevate Gino Strada e avete votato la fiducia al DL Sicurezza Bis"

    Il M5s nel 2013 voleva Gino Strada come presidente della Repubblica, adesso insieme a Salvini attacca le Ong che salvano vite umane. Ma in queste ore sulla Rete il capo politico pentastellato viene bersagliato dalle critiche
    6 agosto 2019 - Alessandro Marescotti
  • Polmoni d'acciaio
    Legami di ferro
    Un documentario sul ciclo internazionale dell'acciaio

    Polmoni d'acciaio

    "Polmoni d'acciaio" è un video su tre impianti siderurgici collegati fra loro da problematiche molto simili. Racconta la devastazione ambientale che accomuna la Foresta Amazzonica e gli impianti siderurgici alimentati dalla multinazionale Vale, fra cui l'ILVA di Taranto
    26 maggio 2018 - Redazione PeaceLink
  • "La salute non è d'acciaio. Il caso ILVA"
    Ecologia
    Peacelink Common Library

    "La salute non è d'acciaio. Il caso ILVA"

    Questa tesi di laurea di Nicola Petrilli è aggiornata agli ultimi eventi che hanno caratterizzato la fabbrica dopo l'avvento del governo "giallo-verde". Viene analizzata la società civile tarantina e i suoi "cittadini reattivi", mettendo in luce le difficoltà di ArcelorMittal a Taranto
    8 luglio 2019
  • Troppi decessi in nove anni nelle zone vicine all'industria
    Taranto Sociale
    Taranto, l'analisi dei dati presentata da PeaceLink

    Troppi decessi in nove anni nelle zone vicine all'industria

    Nei quartieri Tamburi, Paolo VI e Borgo dal 2010 al 2012 la media annua è 82 morti in più, dal 2013 al 2015 l'eccesso di mortalità scende a 74 per poi risalire a quota 78 nel triennio 2016-2018
    Paola Casella
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.25 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)