Gli accordi tra il Dipartimento della difesa e i giornalisti "embedded"

Tutte le regole degli "incorporati"

Firmando un vero e proprio contratto, i giornalisti "incorporati" nei ranghi dell'esercito hanno pagato con alcune limitazioni della loro liberta' il prezzo di un biglietto "in prima fila".

Il file PDF allegato a questo articolo contiene il contratto stipulato tra il dipartimento della difesa usa e i giornalisti "embedded", incorporati nell'esercito statunitense.

Questo importante documento e' stato portato alla luce grazie al lavoro di Daniela Binello, giornalista freelance e scrittrice, che ha lavorato come inviata in Corea del Nord, Afghanistan, Sudan, Nicaragua, Colombia, Brasile, Palestina, Israele, Balcani, Iraq e altri Paesi.

Riportiamo di seguito alcuni passaggi del documento che meritano di essere presi in considerazione:

Nel documento si legge che:

1) "Media organizations and media employees understand and agree that the embedding process will expose media employees to the same risks and hazards as those to which the military members of military units are exposed" (Le organizzazioni mediatiche e gli operatori dei media comprendono e riconoscono che il processo di incorporazione esporra' gli operatori dei media agli stessi rischi e pericoli a cui sono esposti i membri militari delle unita' militari).

2) "The media employee acknowledges that failure to follow any direction, order, regulation, or ground rule may result in the termination of the media employee’s participation in the embedding process". (L'operatore dell'informazione riconosce che la mancata esecuzione di qualunque direttiva, ordine, regola o comando sul terreno puo' comportare l'interruzione della sua partecipazione al processo di incorporazione).

Allegati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.16 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)