Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

MANDA UN FAX MERCOLEDI’ 21 FEBBRAIO 2007 FAX.06-46993125

Appello al Presidente della Repubblica on. Giorgio Napolitano: "Assicuriamo il rispetto dei diritti umani"

21 febbraio 2007 - Grazia Tuzi

Al Presidente della Repubblica
On. Giorgio Napoletano

On. Presidente,

ci rivolgiamo a Lei, in quanto difensore della nostra Costituzione, nonché Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, affinché si renda garante di alcuni dei diritti fondamentali della nostra democrazia, il rispetto dei Diritti Umani e l’autonomia della Giustizia.
Come sa, è in atto un tentativo per bloccare lo svolgimento del processo relativo al caso Abu Omar a carico di 26 agenti della Cia e di alcuni esponenti del Sismi.
Tutto ciò sta avvenendo nonostante il fatto che la Convenzione Europea sui Diritti Umani, sottoscritta anche dall’Italia, imponga agli Stati aderenti non solo divieti di tortura, di arresti e detenzioni illegali ma, secondo una evoluzione giurisprudenziale, che nessuno Stato europeo ha contestato o disatteso, anche obblighi procedurali per l’accertamento e la punizione dei responsabili di tali violazioni. In base a tale Convenzione, quindi, l’Italia ha l’obbligo di intervenire, nelle sedi adeguate, ossia le aule di Giustizia, per processare e punire i colpevoli di tali reati.

Le chiediamo quindi di intervenire affinché non venga impedito lo svolgimento di tale processo e si permetta l’accertamento della verità e il rispetto dei diritti umani, così come d’altronde sta avvenendo in Spagna e in Germania.

Chiediamo inoltre che il Governo dia corso alla richiesta della Procura milanese per l’estradizione dei membri della Cia coinvolti in tale processo.
Siamo certi di trovare in Lei un autorevole interprete dello stato d’animo di quanti, come noi, credono che la Giustizia ed i Diritti Umani siano valori irrinunciabili per la Nostra democrazia.

Note:

Grazia Tuzi
rappresentante in Italia della Fondazione SERPAJ - Servicio Paz y Justicia di
Adolfo Perez Esquivel, Premio Nobel per la Pace

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)