Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

  • Ricordare sì i morti a Hiroshima e a Nagasaki – ma senza dimenticare quelli nei teatri di guerra italiani di oggi
    Fare del "pacifismo attivo" si può... anche in agosto!

    Ricordare sì i morti a Hiroshima e a Nagasaki – ma senza dimenticare quelli nei teatri di guerra italiani di oggi

    Il 71° anniversario del bombardamento atomico di Hiroshima è stato ricordato a Roma ieri con una cerimonia bella ma in gran parte dimentica delle guerre odierne in cui l'Italia sta disseminando morte e distruzione. A ricordare ai partecipanti che la pace richiede un impegno attivo costante – qui ed ora – ci hanno pensato invece alcuni attivisti di Rete NoWar-Roma.
    .
    6 agosto 2016 - Patrick Boylan
  • City of Hiroshima Peace Declaration

    City of Hiroshima Peace Declaration

    6 agosto 2016 - Roberto Del Bianco
  • Tante parole nessuna azione?

    Tante parole nessuna azione?

    Nell'imminenza della visita di Obama a Hiroshima e al suo mausoleo, la testimonianza di una sopravvissuta sottolinea come le parole del Presidente non hanno mai dato seguito ai fatti.
    20 maggio 2016 - Roberto Del Bianco
  • Presidente Obama, non ci vada a mani vuote!

    Nell'imminenza della visita di Obama nella città di Hiroshima, un appello a tutti gli operatori di pace: un invito a spedire un messaggio alla Casa Bianca perché il suo viaggio non porti solo parole.
    Presidente Obama, non vada a Hiroshima a mani vuote!
    11 maggio 2016 - Roberto Del Bianco
Presenti i rappresentanti di 32 paesi, non gli americani

Nagasaki, a 65 anni dalla bomba atomica, la città ricorda

Hiroshima e Nagasaki dovrebbero ricevere il premio Nobel per la pace, secondo il poeta Guy Crequie ed Ernesto Kahan, vicepresidente dell'International Physicians for the Prevention of Nuclear War (IPPNW)
9 agosto 2010 - AP

Bomba atomica

La città di Nagasaki ha celebrato stamane il 65esimo anniversario dell'attacco atomico americano durante la seconda guerra mondiale. Presenti alla cerimonia i rappresentanti di 32 Paesi, ma non quello statunitense, come avvenuto per Hiroshima tre giorni fa. A Nagasaki un minuto di silenzio è stato osservato alle 11.02 di questa mattina (ora locale), il momento esatto in cui gli aerei Usa sganciarono la bomba atomica sulla città, nel Giappone meridionale, il 9 agosto del 1945, tre giorni dopo Hiroshima. Le vittime di Nagasaki furono almeno 80mila, mentre 140mila persone persero la vita ad Hiroshima. Due città che sentono il dovere di testimoniare il loro dramma e che, secondo alcuni, dovrebbero ricevere il premio Nobel per la pace. Se n'è fatto promotore il poeta Guy Crequie ed Ernesto Kahan, delegato nel 1985 a ricevere il Nobel dall'International Physicians for the Prevention of Nuclear War (IPPNW) di cui è vicepresidente. 

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)