Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

Il poeta Roberto Malini al Festival Internazionale di Poesia di Genova nel giorno che ricorda l'Olocausto dei Rom

Roberto Malini a Genova per ricordare il Porrajmos in Italia

L'8 Giugno 1938 ebbero inizio le retate e le conseguenti deportazioni di famiglie Rom: di fatto, iniziò il Porrajmos (olocausto del popolo Rom) in Italia.
28 maggio 2012 - Laura Tussi
L'8 Giugno 1938 ebbero inizio le retate e le conseguenti deportazioni di famiglie Rom: di fatto, iniziò il Porrajmos (olocausto del popolo Rom) in Italia.  Il Festival Internazionale di Poesia di Genova ha invitato Malini in una data emblematica, che ricorda quell'8 giugno del 1938 quando il Ministero degli Interni italiano, con una circolare diramata a tutte le prefetture, stabiliva l'istituzione di campi di concentramento destinati a persone italiane o straniere ritenute asociali dalle autori

 Roberto Malini a Genova per ricordare il Porrajmos in Italia

 

Il poeta Roberto Malini al Festival Internazionale di Poesia di Genova nel giorno che ricorda l'Olocausto dei Rom


L'8 giugno 2012 a Genova dalle ore 20, presso i Giardini Emanuele Luzzati, il poeta e difensore dei diritti umani Roberto Malini terrà una lettura di poesie dedicata alla condizione del popolo Rom in Italia. Il Festival Internazionale di Poesia di Genova - la principale manifestazione italiana riservata alla poesia - ha invitato Malini in una data emblematica, che ricorda quell'8 giugno del 1938 quando il Ministero degli Interni italiano, con una circolare diramata a tutte le prefetture, stabiliva l'istituzione di campi di concentramento destinati a persone italiane o straniere ritenute asociali dalle autorità preposte alla tutela dell'ordine pubblico. Lo stesso giorno ebbero inizio le retate e le conseguenti deportazioni di famiglie Rom: di fatto, iniziò il Porrajmos (olocausto del popolo Rom) in Italia.

 Roberto Malini è autore insieme al poeta americano Paul Polansky  del libro di poesie "Il silenzio dei violini" (edizioni Il Foglio, Piombino 2012, prefazione di Ian Hancock), che recentemente ha ottenuto la Menzione Speciale al Festival Letterario di Camaiore 2012. L'opera raccoglie poesie incentrate su vicende reali che hanno colpito i Rom in Italia negli ultimi anni.

 "Sono orgoglioso di rappresentare con la mia poesia la gente Rom in una data così significativa," ha detto il poeta. "In questa lettura, che precede il 'reading' che terrò in settembre a Bruxelles di fronte a una rappresentanza del Parlamento e del Consiglio dell'Unione europea, mi accompagnerà la magica fisarmonica di Novak Tudor, uno dei più talentuosi interpreti di uno strumento che è caratteristico della musica Rom. Leggerò poesie che parlano di veri eroi del nostro tempo: Alexandru e Mihai, anziani Rom sopravvissuti al Porrajmos per incontrare ancora discriminazione e persecuzione nell'Italia di oggi; Toma, il patriarca dei Rom di Pesaro - città di sgomberi e persecuzione - che oggi si trova in carcere senza aver commesso alcuna colpa ed è in attesa della risposta del presidente Napolitano alla domanda di grazia che gli abbiamo inoltrato; Irina, vittima di stupro da parte di razzisti; Danchu, che dipinge fiori nelle baracche e sotto i ponti, per lasciare una traccia del passaggio della sua famiglia; Virgil, bimbo che non è mai venuto al mondo, perché la giovane madre l'ha perduto durante un terribile sgombero, ancora a Pesaro. Il Festival Internazionale di Poesia di Genova è l'occasione ideale per questa lettura, perché il capoluogo ligure è una città che manifesta solidarietà verso i Rom e attenzione verso la loro cultura secolare: un caso raro nel nostro paese".

 Roberto Malini, membro fondatore del gruppo internazionale di artisti per i Rom "Khetanes", ama l'interazione fra arti diverse e ha già lavorato con alcuni dei più noti artisti Rom: da Vadim Kolpakov (musicista che collabora regolarmente con Madonna) a Santino Spinelli, da Jovica Jovic alla giovane pittrice Rebecca Covaciu.

 Nelle due foto di Steed Gamero:
1) Roberto Malini legge alcune "Poesie dell'Olocausto" durante il Giorno della Memoria 2012 a Vercelli, nel Salone del Dugentesco;
2) Malini esce dalla cella in cui, sotto il regime nazifascista, si consumò il martirio del partigiano e poeta ebreo Emanuele Artom, nel Carcere "Le Nuove" di Torino.

 

Read more >> http://www.everyonegroup.com/EveryOne/MainPage/MainPage.html

Info e Contatti:
roberto.malini@everyonegroup.com

 

 

 

 

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)