Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Ha 82 anni e si chiama Megan Rice

Usa. Suora pacifista penetra all’interno di deposito testate nucleari

Con altri due pacifisti è riuscita a tagliare le recinzioni esterne all’impianto ed è arrivata sul muro dietro il quale viene immagazzinato l’uranio arricchito. Dopo l’irruzione il sito e’ stato chiuso temporaneamente.
30 settembre 2012

OAK RIDGE, STATI UNITI – Una suora di 82 anni, assieme ad alcuni militanti ambientalisti, sono riusciti a fare irruzione all’interno di un deposito di testate nucleari a base di uranio super sorvegliato, a Oak Ridge, nel Tennessee. Un’ azione eclatante che ha provocato una sorte di terremoto nella gestione della sicurezza del sito. La suora pacifista Magan Rice (al centro)

La National Nuclear Security Administration, l’agenzia federale del ministero dell’Energia che si occupa della salvaguardia di questi luoghi ha immediatamente rotto ogni rapporto contrattuale con la Babcock & Wilkox, una compagnia specializzata nel mettere in sicurezza questi siti. Questa organizzazione e’ stata gia’ al centro di molte polemiche per aver gestito, secondo molti osservatori in modo inadeguato, la sicurezza alle ultime olimpiadi di Londra.

La suora, Megan Rice, e altri due pacifisti, sono infatti riusciti a tagliare le recinzioni esterne all’impianto e arrivare sul muro dietro il quale viene immagazzinato l’uranio arricchito. Dopo l’irruzione il sito e’ stato chiuso temporaneamente. Le indagini attorno a questa incredibile vicenda hanno dimostrato che le telecamere a circuito chiuso erano rotte da almeno sei mesi. Da qui la decisione di cambiare strada, a partire dalla cacciata dei responsabili della sicurezza.

Note: PER SAPERNE DI PIU'
http://www.nwtruth.com

Articoli correlati

  • Il trattato che bandisce le armi nucleari
    Disarmo
    Il webinar di Antonino Drago sulla messa al bando delle armi nucleari

    Il trattato che bandisce le armi nucleari

    Il questa pagina web c'è il video della videoconferenza assieme alle slides del relatore. Al centro della relazione c'è il trattato ONU che proibisce le armi nucleari, entrato in vigore il 22 gennaio 2021 al termine dei 90 giorni previsti dopo la 50esima ratifica.
    19 dicembre 2021 - Laura Tussi
  • Decolla uno studio sullo status giuridico delle armi nucleari in Italia
    Disarmo
    Per il 2022 è atteso l'arrivo delle bombe nucleari B61-12 nelle basi di Aviano e Ghedi

    Decolla uno studio sullo status giuridico delle armi nucleari in Italia

    Lo studio è propedeutico ad azioni legali se si riscontrassero illeciti civili, penali o amministrativi. E' uno strumento a disposizione di tutto il pacifismo italiano sull’annoso problema della presenza di ordigni nucleari statunitensi nel nostro Paese.
    29 agosto 2021 - Elio Pagani
  • Padre Zanotelli: "Dobbiamo far aderire l'Italia al Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari"
    Alex Zanotelli
    Webinar sul bando delle armi nucleari organizzato dall'agenzia di stampa internazionale Pressenza

    Padre Zanotelli: "Dobbiamo far aderire l'Italia al Trattato di Proibizione delle Armi Nucleari"

    "Sarebbe un gesto di civiltà avere il coraggio di realizzare il disarmo nucleare per porre fine a diseguaglianze e sfruttamento", ha dichiarato il missionario comboniano, che ha aggiunto: ''Le armi atomiche, come disse Oppenheimer, sono la scienza che ha conosciuto il peccato'.
    23 gennaio 2021 - Antimafia Duemila
  • Da oggi le armi nucleari diventano illegali
    Editoriale
    Svolta storica nel diritto internazionale

    Da oggi le armi nucleari diventano illegali

    Entra in vigore il TPNW (Treaty on the Prohibition of Nuclear Weapons), detto anche TPAN (Trattato di Proibizione della Armi Nucleari. Le armi nucleari vengono messe al bando in quanto armi indiscriminate. E' una vittoria del movimento pacifista internazionale e della campagna ICAN.
    22 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)