Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

  • La battaglia di Aleppo
    Chi sono i guerriglieri che combattono contro Assad?

    La battaglia di Aleppo

    Molti guerriglieri antigovernativi derivano dall'esperienza di Al Queda. Ai qaedisti di Jabhat Fatah a-Sham, ai salafiti di Ahrar a-Sham e agli altri gruppi islamisti radicali protagonisti nella guerra civile siriana non interessa portare «la democrazia a Damasco». E neppure il rispetto dei diritti umani e della libertà politica. Il loro obiettivo finale è instaurare in Siria un regime basato sulla sharia, la legge islamica.
    Michele Giorgio
  • L’oscena ipocrisia di fronte al Sultano

    L’oscena ipocrisia di fronte al Sultano

    I grandi sponsor e finanziatori di Daesh sono da cercarsi anche tra le petromonarchie alle quali Stati Uniti e stati europei (Italia compresa) vendono armi a tutto spiano.
    1 agosto 2016 - Alessio Di Florio
  • Questo terrorismo che ritorna e ci investe

    Dopo la strage di Nizza

    Pochi giorni fa i mass-media davano notizia dell'uccisione di uno dei principali capi dell'Isis, detto "il ceceno", ed aggiungevano con noncuranza che era stato addestrato dagli americani. La carriera di terrorista di Bin Laden inizio' in Afghanistan finanziata dagli Usa
    16 luglio 2016 - Peppe Sini
  • Dopo l'attentato a Dacca in Bangladesh

    In ricordo delle vittime

    Nessuna causa, nessuna ragione, nessun sistema di valori, nessuna visione del mondo puo' giustificare l'uccisione di un essere umano
    3 luglio 2016 - Peppe Sini
Non si può ottenere il bene facendo del male

Ai signori della guerra e del terrorismo

Con il pensiero rivolto ai tre italiani sequestrati in Iraq e alle vittime di tutte le guerre e le violenze, scrivo una lettera aperta che non so come recapitare ai destinatari, perché purtroppo sono troppi.



1 maggio 2004 - Pierangelo Monti

Signori delle guerre e dei terrorismi,

ascoltate la gente che soffre per le tragedie causate dalle vostre ottuse e
malvagie azioni violente!

Rinunciate ai vostri piani di guerra e di terrorismo!

Abbiate il coraggio di rimettere la spada nel fodero!

Quante persone dovranno ancora morire, essere ferite, quante rimarranno
vedove e orfane, quante senza casa, cibo, scuola, lavoro, cure mediche, a
causa dei conflitti armati?

Quanti anni ancora i popoli del Medio Oriente e dell'Africa dovranno
aspettare per vivere in pace?

Guardate i risultati delle vostre strategie!

Non vedete che i giorni migliori sono quelli senza azioni di guerra e senza
attentati terroristici?

Con la vostra politica state impegnando uomini e risorse nella
fabbricazione delle armi, altri uomini e capitali nelle operazioni
belliche, ed altri ancora per ricostruire quello che avete distrutto.

Intanto si accrescono odio e povertà, e miliardi di persone mancano del
necessario.

Non si può ottenere il bene facendo del male.

Come potete sperare di avere i popoli dalla vostra parte?

La falsità e la demagogia dei vostri messaggi non dureranno a lungo.

Mentre voi cercate il consenso popolare, noi pacifisti nonviolenti
chiediamo a tutti di non collaborare con i violenti, incoraggiamo a credere
nel dialogo e nel diritto, nella solidarietà e nel perdono, chiediamo di
ripudiare le azioni violente e i lavori che alimentano arsenali di morte.

Perché se si vuole la pace bisogna lavorare per la pace.

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)