Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Afghanistan

L'esportazione della democrazia e Gino Strada

Nessuno gli ha dato ascolto, se non la povera gente di cui ha guarito le ferite senza fare distinzione alcuna. Quello che sta succedendo è la bancarotta morale dell'Occidente.
17 agosto 2021
Gianfranco Mammone

Gino Strada (Sesto San Giovanni 21 aprile 1948 - Rouen 13 agosto 2021) L'esportazione della democrazia e dei diritti umani secondo l’Occidente:

  1. creazione del pretesto per favorire l’intervento militare;
  2. esibizione della “pistola fumante”, che giustifica la guerra;
  3. convinzione dell’opinione pubblica sulla necessità della “guerra umanitaria giusta” per tutelare i diritti umani nostri e degli altri;
  4. bombardamenti per terra, cielo e mare;
  5. occupazione del territorio e dichiarazione che tutto è finito, “missione compiuta”;
  6. rassicurazione della popolazione civile locale sulla garanzia che sarà sempre sotto la protezione dell’Occidente "amico";
  7. ripensamento: ops, non ci sono più le condizioni per rimanere;
  8. evacuazione;
  9. uomini, donne, bambini e bambine in balia dei tagliagola.

Aveva visto bene Gino Strada, autentico profeta del nostro tempo a dire: “Io non sono pacifista, io sono contro la guerra” e "Se l'uomo non butterà fuori dalla storia la guerra, sarà la guerra che butterà fuori dalla storia l'uomo". Quelle che molti politici italiani stanno piangendo in questi giorni sono solo delle lacrime di coccodrillo. Nessuno gli ha dato ascolto, se non la povera gente di cui ha guarito le ferite senza fare distinzione alcuna.  

Note: Gino Strada, domenica la camera ardente nella sede Emergency di Milano https://lists.peacelink.it/pace/2021/08/msg00006.html

Presa Diretta (@Presa_Diretta) ha twittato: "La critica radicale alla guerra in #Afghanistan nell'ultima intervista concessa da #GinoStrada a #Presadiretta il 14 maggio di quest'anno".
@IaconaRiccardo @emergency_ong
https://t.co/QvK99sNH1Q https://twitter.com/Presa_Diretta/status/1427248211790639104?s=20

Articoli correlati

  • Italiani per Hale
    PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    10 ottobre 2021 - Alessandro Marescotti
  • Il futuro di Kabul
    Conflitti
    Un'analisi dell'Afghanistan dopo la sconfitta degli Stati Uniti e della Nato

    Il futuro di Kabul

    Cina, Russia, Pakistan, Qatar e Turchia negoziano con i Talebani per mantenere un ordine che crei un ambiente favorevole tanto ai loro investimenti in infrastrutture e attività estrattive. E vogliono tenere lontane dai propri confini le minacce portate dalle fazioni jihadiste e indipendentiste.
    11 ottobre 2021 - Valeria Poletti
  • "Mettevamo al potere gente che faceva cose peggiori di quelle fatte dai talebani"
    Conflitti
    Gli stupri dei bambini erano la regola: "La notte li sentiamo gridare, ma non possiamo fare nulla"

    "Mettevamo al potere gente che faceva cose peggiori di quelle fatte dai talebani"

    Gli episodi che riportiamo in questa pagina web spiegano perché l'esercito e la polizia afghani non fossero amati dalla popolazione e si siano sbriciolati appena è venuto meno il supporto delle truppe americane e della Nato, nonostante fossero stati fortemente armati, attrezzati e addestrati.
    Redazione PeaceLink
  • Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili
    Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)