Pace

Lista Pace

Archivio pubblico

Un ponte Alife e Teano con il Gemellaggio dei Giardini dei Diritti Umani e della Nonviolenza

I Giardini di Pace e Memoria

Giornata internazionale dei Diritti Infanzia e Adolescenza e Giornata nazionale dell'Albero è avvenuto il Gemellaggio tra il "Giardino dei cinque Continenti e della Nonviolenza di Scampia" ed il "Giardino della Pace, della Memoria e del Creato, presidio di Pace, di Nonviolenza e di legalità"
Laura Tussi23 novembre 2021

Gemellaggio tra i Giardini di Pace e Memoria

Un ponte Alife e Teano con il Gemellaggio dei Giardini dei Diritti Umani e della Nonviolenza 

Data storica il 20 Novembre 2021, nella Giornata internazionale dei Diritti Infanzia e Adolescenza e della Giornata nazionale dell'Albero, è avvenuto il Gemellaggio tra il "Giardino dei cinque Continenti e della Nonviolenza di Scampia" ed il "Giardino della Pace, della Memoria e del Creato, presidio di Pace, di Nonviolenza e di legalità" di Alife, in provincia di Caserta

 Protagonisti gli alunni dell'IIS De Franchis (Sede ex IPIA Alife) e gli alunni dell'ISISS Foscolo di Teano. Gli alunni della sede ex IPIA Alife fanno dono al Giardino della Pace di Alife di una mini panchina rossa da loro realizzata, per ricordare la ricorrente giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Alife(CE) - IIS "De Franchis" P.Matese (sede ex Ipia Alife) e ISISS "Foscolo" di Teano, le due migliori Scuole casertane della regione Campania, protagoniste della "Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza" e della "Giornata nazionale dell'Albero", che ha visto il "Gemellaggio" tra il "Giardino dei Cinque Continenti e della Nonviolenza" di Scampia (Napoli) ed il "Giardino della Pace, della Memoria e del Creato, Presidio di Pace, Nonviolenza e di Legalità G.Strada-T.Sarti, G. Falcone-P.Borsellino" di Alife (Caserta) in via Volturno, dove si è svolta la manifestazione e che ha visto come Ospiti i referenti della Rete Pangea di Scampia.

Un sabato mattina dedicato alla Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, alla legalità, alla difesa e alla cura della propria terra.

Le studentesse e gli studenti dell’indirizzo Turismo del “Foscolo” di Sparanise e gli alunni dell’IIS "De Franchis" di Piedimonte Matese (sede ex IPIA di Alife)  hanno partecipato ad un importante convegno, una vera e propria "Scuola di Pace in piazza" sulla legalità e sui diritti dei bambini e degli adolescenti. Grazie infatti all’associazione Onlus “Movimento Ambasciatori per la Pace e la Salvaguardia del Creato del III Millennio”, della preziosa Presidente Agnese Ginocchio, presso il Giardino della Pace, della Memoria e del Creato di Alife si è tenuto una intensa “Giornata per i Diritti”, in occasione dell’anniversario della Convenzione firmata nel 1991 anche dall’Italia.  Il Foscolo ha partecipato all’incontro con quaranta alunni dell’indirizzo Turismo, con il Preside Paolo Mesolella e con le docenti Stefania Merola e Giovannina Bovenzi. Dell'IIS "De Franchis" P. Matese (sede dell' ex IPIA Alife) hanno partecipato i rappresentanti delle classi prima, seconda, terza e quarta indirizzo Manutenzione e le classi quinte dell' indirizzo Manutenzione e Moda, accompagnati dai docenti Domenico D'Agostino, Filomena Farina e dalla Vice Preside Angelina Palmiero. 

In ricordo di questa giornata è stato intitolato un albero di leccio dedicato ai piccoli naufraghi: Aylan Curdi e all'adolescente di anni 14 trovato con la pagella cucita nella tasca e per ricordare il Gemellaggio con il Giardino dei cinque Continenti di Scampia  ed inoltre per ricordare anche la  "Giornata mondiale contro la violenza sulle donne" per la quale gli alunni dell'IIS (sede ex Ipia Alife) hanno fatto dono di una mini "panchina rossa" da loro realizzata insieme ai docenti, collocata proprio ai piedi dell'Albero.

Forte la testimonianza dei prof. Fedele Salvatore (ISISS "A. Romanò "vittima innocente della camorra di Miano e refer. Scuola di Pace di Napoli) e Mirella La Magna (fondatrice con Felice Pignataro dell'Ass. culturale "Gridas" di Scampia), referenti della Rete del "Progetto Pangea di Scampia che con il prof. Aldo Bifulco di Legambiente ed altre associazioni della Rete hanno dato vita al progetto Pangea del "Giardino dei Cinque Continenti e della Nonviolenza". In un luogo degradato, un tempo discarica della camorra, oggi sorge, grazie all'impegno di Associazioni del territorio che fanno parte della Rete Pangea, un meraviglioso Giardino curato dai referenti della Rete e dagli alunni delle scuole con le quali è stato siglato un protocollo per la cura e la manutenzione della vasta area suddivisa in cinque aiuole, simboleggianti i cinque Continenti, tra queste proprio l'aiuola del Mediterraneo dedicata alla Pace.

Il nome "Pangea" si rifà al primordiale unico continente terrestre dal quale sarebbero derivati per frammentazione i continenti attuali. Alle spalle dell'area si affaccia lo stadio comunale, sulla parete sono stati realizzati maestosi murales raffiguranti grandi leader che hanno segnarto la storia con il loro esempio: Gandhi, Martin Luther King, Malala, Nelson Mandela, alcune vittime innocenti della camorra e tanti altri personaggi simbolo della difesa della Pace e dei Diritti umani. L'obiettivo è restituire dignità e bellezza attraverso il lavoro costante a contatto con la propria terra. Scampia è conosciuta per fatti di camorra, ma non è solo questo, in realtà grazie all'impegno di queste associazioni si sta trasformando in un luogo di bellezza e di riscatto della propria dignità, in un luogo di Pace. Siamo ben felici di siglare il "Gemellaggio con il Giardino della Pace e della Nonviolenza di Alife". Hanno così riferito i referenti della rete Pangea presenti.

A seguire  il saluto del Sindaco di Alife, Maria Luisa Di Tommaso costantemente presente e sensibile alla cura del Giardino della Pace di Alife, presente con l'Assessore alla Pubblica Istruzione Caterina Ginocchio, quindi è seguito il saluto dei delegati del Sindaco del Comune di San Nicola La Strada Vito Marotta: l'Assessore alla Pubblica Istruzione Maria Natale e l'Assessore Alessia Tiscione che hanno lanciato un appello per il diritto all'istruzione e la difesa del patrimonio ambientale quale condizione necessaria per il Diritto alla salute ed futuro delle nostre terre. A seguire gli altri ospiti partecipanti:  il Preside Paolo Mesolella, fortemente impegnato da anni sui temi della difesa della vita e dei diritti dei bambini, ha portato un messaggio sul significato della Giornata dedicata ai Diritti dell'infanzia; quindi il Presidente dell'Associazione nazionale Combattenti e Reduci (sez. di Piedimonte Matese) prof. Marcellino Diana, il presidente del Circolo della 3a età di Alife Francesco Montalbano con il vice Offreda; il referente di Libera coordinamento provinciale Fabio De Gemmis che ha ricordato la difesa dei diritti dei bambini, in particolare dei paesi poveri, "il diritto all'istruzione per loro é fondamentale  per combattere l'illegalità che in queste aree prolifera;  il referente del Movimento Agende Rosse "P. Borsellino" coordinamento Caserta - Napoli nord, Mimmo Marzaioli, la Presidente del Comitato civico di Raviscanina Maria Gioia Tomassetti, il referente di Plastic Free Raviscanina Giancarlo De Simone, che hanno ricordato l'importanza di educare le giovani generazioni sin da piccoli al rispetto e alla cura verso la propria terra,  il saluto di Italia Nostra Caserta con il prof. Sergio Vellante  (già ordinario Ingegneria ambientale  della SUN) presente con Maria Rosaria Iacono. Presente anche la Dirigente scolastica dell' IPSEOA "E.V. Cappello" di Piedimonte Matese Clotilde Riccitelli.

 A seguire. con gli alunni presenti è stato realizzato  sulla siepe verde il "Muro vivo" dei testimoni sul quale figuravano tantissimi volti di giovani e di Maestri luminari, di questi molti Nobel per la Pace, impegnati per la difesa della terra, della Pace dei dirittidei bambini dei diritti umani: Malala, Greta e le giovani attiviste per la difesa del pianeta terra, Martin Luther King, Gandhi, Nelson Mandela, Al Gore, Aldo Capitini, Le Donne africane, Don Lorenzo Milani, Madre Teresa, Yunus e tanti altri.

"Una Giornata memorabile, è stata scritta, un'altra pagina di storia di impegno per la Pace nella nostra terra. Il nostro dovere , il nostro impegno è per i giovani, verso i quali abbiamo il dovere di mostrare esempi ed indicare la strada da seguire, se siamo veri educatori. E se siano veri educatori dovremmo applicare quel motto di don Milani, "I Care", il cui volto spiccava tra i testimoni del "Muro vivo" che durante la manifestazione abbiamo realizzato stamane con gli alunni presenti.  "I care" significa "ho cura di te", e se sono educatore ho il dovere di pensare al futuro di questi giovani educandoli alla  coscienza critica, alla responsabilità, alla difesa dei Beni Comuni e di questi spazi verdi, di collaborare anche al decoro e alla cura del "Giardino della Pace" su esempio della Rete Pangea a Scampia. Un sentito ringraziamento a tutti i partecipanti". Ha concluso la Presidente Agnese Ginocchio.

Al termine quindi la scopertura della Targa di dedica dell'Albero ed il Gemellaggio siglato con la firma dei referenti di Progetto Pangea, della Presidente del Movimento per la Pace ed il Sindaco di Alife. Ha moderato i lavori della giornata il prof. Gino Ponsillo del Movimento per la Pace presente con i soci prof.ssa Monica Pacelli, prof.ssa Daniela Truocchio e Andrea Pioltini (autore del reportage foto). 

“Il giardino della Pace, della memoria e del creato di Alife è un presidio di Pace, di nonviolenza e di legalità. In esso è presente l’albero della Pace, un monumento vivo sempreverde, simbolo della vita che non muore mai, dedicato ai percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra, messo a dimora durante la prima edizione del passaggio per Alife della Fiaccola della Pace. L’albero è dedicato alla memoria dei giudici Falcone e Borsellino e alle vittime della mafia”. Vicino all’albero ci sono “La panchina della Pace e della nonviolenza” dedicata alla memoria della giovane mamma Stefania Formicola, vittima di femminicidio, la scultura lignea dedicata all'ultimo reduce di guerra del territorio Cav. Vincenzo Di Franco,  la scultura in ferro dedicata a Gino Strada e a Teresa Sarti da poco inaugurata.

Articoli correlati

  • Strategie efficaci e nonviolente per la pace
    Pace
    Promuovere nuovi approcci alla sicurezza internazionale

    Strategie efficaci e nonviolente per la pace

    Attraverso questa pubblicazione, desideriamo invitare i responsabili politici tutti, compresi i dirigenti della Chiesa, a unirsi alla nostra missione prendendo in considerazione, adottando, finanziando e implementando politiche che promuovano opzioni nonviolente.
    20 novembre 2021 - Pax Christi International
  • L'Avventura della Pace
    Pace
    Occorre promuovere società pacifiche e inclusive per uno sviluppo sostenibile

    L'Avventura della Pace

    L'obiettivo è la formazione di una generazione in grado di "gestire la pace", senza tabù, in un clima di laicità, in cui le diversità non siano da respingere, le armi convenzionali e nucleari siano il nemico da distruggere, la green economy non sia un finto stratagemma
    17 novembre 2021 - Antonia Sani
  • Angelo Gaccione: il disarmo con Cassola e Turoldo
    Disarmo
    Intervista allo scrittore Angelo Gaccione

    Angelo Gaccione: il disarmo con Cassola e Turoldo

    Sono più di 50 anni che Angelo Gaccione si batte per il disarmo, la pace e la nonviolenza. Come scrittore continua a occuparsene attraverso giornali, riviste, incontri pubblici
    14 novembre 2021 - Laura Tussi
  • Proposta indecente: armi "beni essenziali" esenti da iva
    Disarmo
    Commissione UE: armi " beni essenziali"

    Proposta indecente: armi "beni essenziali" esenti da iva

    Sinistra Europea nell’Europarlamento ha lanciato una campagna per bloccare l’iniziativa: "La proposta di finanziare con le nostre tasse, attraverso l’abbattimento dell’Iva, il commercio delle armi, è una proposta semplicemente criminale", ha commentato Paolo Ferrero, vice presidente di SE
    13 novembre 2021 - Gregorio Piccin
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)