Pace

RSS logo

Mailing-list Pace

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • Donazione online con PayPal
  • C.C.P. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009, 74100 Taranto
  • Conto Corrente Bancario c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink - IBAN: IT65 A050 1804 0000 0001 1154 580
Motore di ricerca in

Lista Pace

...

Articoli correlati

  • Buone vacanze!
    Si utilizzeranno i soldi dei risparmi postali per cose a cui mai avreste pensato

    Buone vacanze!

    Mentre vi crogiolate al sole decidendo su quale lato abbrustolirvi di più, concentrati sul passaggio di Higuain alla Juventus e storditi dalla caccia ai Pokemon, forse non sapete che il governo sta pensando a voi.
    7 agosto 2016 - Beatrice Ruscio
  • Campagna Boicottaggio Cassa Depositi e Prestiti
    Assemblea mercoledì 25 maggio alle ore 18, presso le Officine Tarantine in via Di Palma, per avviare un'iniziativa nonviolenta di disinvestimento etico

    Campagna Boicottaggio Cassa Depositi e Prestiti

    CDP intente investire i soldi dei risparmiatori postali per rilevare l'ILVA. E' una cosa fallimentare oltre che non etica. Contrasta con lo statuto di CDP. Vogliamo promuovere l'informazione dei risparmiatori, ad esempio davanti agli uffici postali e con una raccolta firme, progettando un'azione sinergica a livello nazionale con tutti i movimenti interessati ad un'economia di giustizia
    25 maggio 2016 - Associazione PeaceLink
  • Dispositivi Pelamis, prima alternativa sostenibile

    Energia dal mare

    La produzione energetica da fonte marina è tutt’oggi in via sperimentale anche se, è notizia recente, la Svezia sta per produrre il suo primo MW da fonte marina
    13 gennaio 2016 - Gianmarco Tedesco
  • Energia dal mare
    Dispositivi Pelamis, prima alternativa sostenibile

    Energia dal mare

    La produzione energetica da fonte marina è tutt’oggi in via sperimentale anche se, è notizia recente, la Svezia sta per produrre il suo primo MW da fonte marina
    13 gennaio 2016 - Gianmarco Tedesco
Il consumo responsabile è più diffuso

La nonviolenza degli italiani: il 18% boicotta prodotti non etici, il 30% acquista equo e solidale

L'altra Italia che la fa politica con il consumo critico. Generosi e altruisti 6 cittadini su 10.
28 maggio 2004 - Alessandro Marescotti
Fonte: La Repubblica 28 maggio 2004 - Indagine dell'Osservatorio sul Caputale sociale

"L'Italia si scopre altruista". E' questo il dossier pubblicato oggi da Repubblica (28/5/2004). I dati sono sorprendenti. Il 18% degli italiani boicotta prodotti non etici, il 30% acquista dal commercio equo e solidale, il 30% compera prodotti che abbiano caratteristiche etiche e di valore ecologico. E' un primo nucleo, non sarà un comportamento reiterato e sistematico. Ma è il segnale di una pressi sociale che cambia e che fa politica in modi che i partiti fino a non molto tempo fa non avevano considerato.

Luigi Ceccarini di Repubblica conclude così il dossier: "Tra i cittadini 'altruisti' (62%) possiamo identificare una componente più ridotta (...): sono gli 'altruisti equo-solidali' (18% degli italiani). Questi cittadini che praticano forme di generosità e consumano in modo responsabile, mostrano un profilo piuttosto netto. Prevale la presenza femminile e giovane. Appartengono alle classi sociali medio-alte e vivono nelle zone del Centro-Nord. Politicamente si definiscono di sinistra o di centrosinistra, e si orientano verso i partiti dell'Ulivo e ancor più verso Rifondazione Comunista. Si distinguono per essere ben integrati nelle reti di relazione sociale. Sono meno diffidenti nei confronti degli 'altri'. Hanno un senso civico più forte. Partecipano ad attività associative ma anche a manifestazioni di protesta politica".

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.5.8 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)