Palestina

Territori

166 morti e 948 feriti

3 agosto 2006
Fonte: Il Manifesto (http://www.ilmanifesto.it)

E' uscito il rapporto definitivo del Ministero della salute palestinese sulle vittime delle ultime incursioni militari israeliane nei Territori occupati. In un mese, i morti sono stati almeno 166. Benchè saltino agli occhi i dati impressionanti sulle vittime civili - 40 bambini, 14 donne - stupiscono soprattutto i dati sui decessi avvenuti in seguito alle ferite: su 166, infatti, soltanto 41 sono morti prima dei soccorsi. Gli altri sarebbero per la maggior parte decessi post-operatori. Fra questi, ben 59 sono morti fer ferite da scheggia riportate in seguito ai lanci di missili avvenuti a Gaza.
Trovano conferma invece le denunce da parte dei medici della Striscia di Gaza, che nei giorni scorsi avevano sottolineato una flessione significativa e del tutto nuova nel numero delle amputazioni per ferite da scheggia che, si sospetta da più parti, sarebbero dovute a qualche sconosciuta modifica alle munizioni israeliane; sono infatti 948 i feriti riportati in un mese, fra i quali 307 erano sotto i 18 anni e 77 erano donne.
Fra i feriti ben 441, quasi la metà, sono appunto stati raggiunti da schegge esplose dai missili di Tsahal. Una percentuale senza precedenti. ma non basta: più della metà di questi, 285, sono stati colpiti esclusivamente agli arti inferiori, confermando quindi quanto riportato dai medici palestinesi intervistati dal manifesto nei giorni scorsi.

Articoli correlati

  • Ti ricorderemo, Gino Strada
    Pace
    Un mese fa moriva Gino Strada

    Ti ricorderemo, Gino Strada

    Ha lasciato un segno nella Storia e nelle nostre coscienze, ci ha esortato a credere in un futuro senza guerre. Lavorava, soffriva per quello che vedeva e si interrogava.
    10 settembre 2021 - Maria Pastore
  • L'esportazione della democrazia e Gino Strada
    Pace
    Afghanistan

    L'esportazione della democrazia e Gino Strada

    Nessuno gli ha dato ascolto, se non la povera gente di cui ha guarito le ferite senza fare distinzione alcuna. Quello che sta succedendo è la bancarotta morale dell'Occidente.
    17 agosto 2021 - Gianfranco Mammone
  • La debacle in Afghanistan mostra che avremmo dovuto ascoltare, non criminalizzare, Julian Assange
    Pace
    Non uccidere il messaggero

    La debacle in Afghanistan mostra che avremmo dovuto ascoltare, non criminalizzare, Julian Assange

    Il fondatore di Wikileaks ci aveva da tempo avvertito che in Afghanistan le truppe USA/NATO non stavano “guadagnando le menti e i cuori” della popolazione; anzi, si stavano facendo odiare. Ma il messaggio non è stato ascoltato e il messaggero è ora in prigione in attesa di giudizio.
    17 agosto 2021 - Patrick Boylan
  • Quando inizia il reality sulla nonviolenza? La prossima settimana?
    Cultura
    Sul programma televisivo "La Caserma"

    Quando inizia il reality sulla nonviolenza? La prossima settimana?

    Quello che propongono i media a mo' di gioco, nella realtà è molto, molto più triste. Cosa vogliamo raccontare ai nostri ragazzi, la finzione o la realtà?
    26 maggio 2021 - Maria Pastore
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)