Palestina

Territori

166 morti e 948 feriti

3 agosto 2006
Fonte: Il Manifesto (http://www.ilmanifesto.it)

E' uscito il rapporto definitivo del Ministero della salute palestinese sulle vittime delle ultime incursioni militari israeliane nei Territori occupati. In un mese, i morti sono stati almeno 166. Benchè saltino agli occhi i dati impressionanti sulle vittime civili - 40 bambini, 14 donne - stupiscono soprattutto i dati sui decessi avvenuti in seguito alle ferite: su 166, infatti, soltanto 41 sono morti prima dei soccorsi. Gli altri sarebbero per la maggior parte decessi post-operatori. Fra questi, ben 59 sono morti fer ferite da scheggia riportate in seguito ai lanci di missili avvenuti a Gaza.
Trovano conferma invece le denunce da parte dei medici della Striscia di Gaza, che nei giorni scorsi avevano sottolineato una flessione significativa e del tutto nuova nel numero delle amputazioni per ferite da scheggia che, si sospetta da più parti, sarebbero dovute a qualche sconosciuta modifica alle munizioni israeliane; sono infatti 948 i feriti riportati in un mese, fra i quali 307 erano sotto i 18 anni e 77 erano donne.
Fra i feriti ben 441, quasi la metà, sono appunto stati raggiunti da schegge esplose dai missili di Tsahal. Una percentuale senza precedenti. ma non basta: più della metà di questi, 285, sono stati colpiti esclusivamente agli arti inferiori, confermando quindi quanto riportato dai medici palestinesi intervistati dal manifesto nei giorni scorsi.

Articoli correlati

  • Colombia: a Feria Expodefensa la passerella indisturbata delle imprese che producono armi
    Latina
    L’evento si celebra dal 2009 nel silenzio della comunità internazionale

    Colombia: a Feria Expodefensa la passerella indisturbata delle imprese che producono armi

    La strage senza fine dei leader sociali non ha mai indotto i governi del paese a metter fine a questa assurda fiera di armi, di guerra e di morte
    17 dicembre 2021 - David Lifodi
  • Proposta indecente: armi "beni essenziali" esenti da iva
    Disarmo
    Commissione UE: armi " beni essenziali"

    Proposta indecente: armi "beni essenziali" esenti da iva

    Sinistra Europea nell’Europarlamento ha lanciato una campagna per bloccare l’iniziativa: "La proposta di finanziare con le nostre tasse, attraverso l’abbattimento dell’Iva, il commercio delle armi, è una proposta semplicemente criminale", ha commentato Paolo Ferrero, vice presidente di SE
    13 novembre 2021 - Gregorio Piccin
  • Ti ricorderemo, Gino Strada
    Pace
    Un mese fa moriva Gino Strada

    Ti ricorderemo, Gino Strada

    Ha lasciato un segno nella Storia e nelle nostre coscienze, ci ha esortato a credere in un futuro senza guerre. Lavorava, soffriva per quello che vedeva e si interrogava.
    10 settembre 2021 - Maria Pastore
  • L'esportazione della democrazia e Gino Strada
    Pace
    Afghanistan

    L'esportazione della democrazia e Gino Strada

    Nessuno gli ha dato ascolto, se non la povera gente di cui ha guarito le ferite senza fare distinzione alcuna. Quello che sta succedendo è la bancarotta morale dell'Occidente.
    17 agosto 2021 - Gianfranco Mammone
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)