PeaceLink

Lista News

Archivio pubblico

Viene lanciato Sociale.network basato su Mastodon

Un'alternativa etica a Facebook

Sociale.network è una piattaforma etica, filosofica e politica, collegata - grazie a Mastodon - a diverse reti che si federano tra loro sui valori, i principi, gli ideali della tolleranza, della cooperazione, della solidarietà e della pace. Manca ogni forma di pubblicità commerciale.
Laura Tussi15 ottobre 2020

Sociale.network è basato sul software Mastodon ed è collegato ai contenuti culturali del progetto ecopacifista di PeaceLink

Carlo Gubitosa, tra gli storici fondatori dell’associazione e del portale PeaceLink - Telematica per la pace, nel webinar del 14 ottobre ha introdotto e approfondito la sua conoscenza della piattaforma Mastodon che supporta il network sociale etico.

Gubitosa ha sperimentato vari software con l’esigenza di praticare una non collaborazione con strutture di potere pericolose e invece, al contrario, propone un network con una funzione di contenuti condivisi, con un patto sociale riconosciuto e accettato da tutti i membri del network. Nello spirito della nonviolenza gandhiana, se il fine è la solidarietà internazionale, la forza della verità, l’energia dell’amore, non è possibile sostenere aziende e oligopoli che propugnano i nazionalismi, i sovranismi, i fascismi, i razzismi come esempio la campagna Brexit.

Le consuete piattaforme contribuiscono a un sistema aziendale con concentrazione di potere di controllo sociale. Un dato importante è che nella campagna Brexit è stato investito 1 miliardo di dollari per influenzare - tramite i social network - milioni di utenti, conoscendone i dati personali e gli orientamenti. "Noi - dice Carlo gubitosa - con Mastodon cerchiamo di intaccare questo sistema con poche risorse, a costi quasi nulli, con conoscenze valide e alte, con contenuti di qualità e con motivazioni etiche molto forti e di spessore". E aggiunge: "La piattaforma Mastodon vive con la funzionalità di un universo di reti federate, dove ogni comunità si attribuisce le proprie regole. Noi creiamo una comunità con basi solide e in interazione con molteplici istanze, ossia nodi, che possono escludere dalla loro rete le comunità xenofobe, fasciste, razziste, sovraniste, tramite principi e ideali antitetici. Mastodon è una comunità che si autodetermina".

Mastodon è il software di base del progetto www.sociale.network

Sociale.network è una piattaforma etica, filosofica e politica, collegata - grazie a Mastodon - a diverse reti che si federano tra loro sui valori, i principi, gli ideali della tolleranza, della cooperazione, della solidarietà, della pace con gli altri Paesi con un patto sociale già assimilato a livello comunitario e storico.

Lo scontro per esempio tra fascisti e antifascisti, tra nonviolenti e guerrafondai in Facebook in realtà è posto in un sistema e in una struttura in cui questo scontro, questa diatriba costante, risulta funzionale a un modello affaristico e a un sistema di business. 

Quindi Mastodon è antitetico a Facebook. 

"Per questo motivo - dice Gubitosa - con Mastodon ci spostiamo su una piattaforma etica per sostenere un modello di ideali e principi positivi e condivisi e soprattutto è un paradigma alternativo e antitetico: è importante consegnare al futuro un ecosistema informativo non condizionato da colossi informatici".

Mastodon è un universo federato di reti (Fe-diverso) su Internet. Vi comunicano nodi (istanze) federati, tramite un protocollo che permette ai vari nodi di comunicare, in una comunità culturale, con profondità di relazioni, tramite diverse reti sociali con qualità di contenuti e di valori condivisi.

Articoli correlati

  • Il mediattivismo pacifista
    Pace
    Riflessioni sulla tattica della comunicazione nonviolenta

    Il mediattivismo pacifista

    Il movimento per la pace dovrebbe imparare a dire verità scomodissime, a cercarle e documentarle rapidamente. Occorre smentire le bugie di guerra subito e non un mese dopo. La velocità della comunicazione è fondamentale per gestire il conflitto informativo in modo efficace.
    11 ottobre 2021 - Alessandro Marescotti
  • Unire il popolo della pace
    Editoriale
    I sessanta anni della marcia Perugia Assisi e i trent'anni di PeaceLink

    Unire il popolo della pace

    In questi trent'anni ci siamo orientati sullo spirito della "omnicrazia" che abbiamo declinato nel versante digitale precorrendo i tempi della rivoluzione telematica che ha cambiato il mondo. Mentre la violenza e il fascismo tentano di mettere radici nella società, continuiamo a creare link di pace.
    11 ottobre 2021 - Alessandro Marescotti
  • Discorso all'ONU
    Ecologia
    Nel giorno dedicato alla nonviolenza una delegazione delle Nazioni Unite è giunta a Taranto

    Discorso all'ONU

    Dopo il 2012 vi sono stati eccessi di mortalità nei quartieri più vicini alle emissioni inquinanti dell'ILVA. Questi eccessi di mortalità sono avvenuti al ritmo di circa cento morti in più all'anno rispetto all'atteso. I responsabili di tutto ciò andrebbero deferiti a un tribunale internazionale.
    Alessandro Marescotti
  • Cambiare social si può: da Facebook a Mastodon
    CyberCultura
    Alternative concrete allo strapotere dei social proprietari.

    Cambiare social si può: da Facebook a Mastodon

    Risposta all'articolo "E' il momento di cambiare i social" di Riccardo Luna (Repubblica, 5 ottobre 2021)
    5 ottobre 2021 - Nicola Vallinoto
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)