Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Non c'e' solo Licio Gelli...

Il mio piano di rinascita democratica

Questo e' il mio modesto contributo alla fabbrica del programma, se e quando ci sarà.
28 settembre 2005
Michele De Benedetto

ESTERI

Ritiro dei militari dalle occupazioni coloniali (Iraq, Afghanistan). Rinnovo delle missioni di interposizione e di stabilizzazione della pace (Bosnia, Kosovo, ecc.) .

“Maastricht sociale”. Promozione nell'Unione Europea dell'individuazione di parametri sociali (occupazione, diritti dei minori, istruzione, qualità ed estensione dei servizi socio-sanitari, ecc.) da affiancare a quelli economici.

Revisione delle relazioni diplomatiche e degli accordi commerciali con i Paesi che non rispettano i diritti umani, le cui leggi contemplano la tortura, la pena di morte (Cina, Stati Uniti, ecc.) e che non collaborano con la giustizia italiana rispetto a fenomeni di corruzione ed evasione fiscale (Bahamas, Cayman, ecc.).

Revoca della cittadinanza italiana ai residenti a Montecarlo e in altri “paradisi fiscali”. Determinazione di una tassa elevatissima per ottenere un visto di ingresso in Italia per i residenti nei paradisi fiscali, compresi i cittadini di origine italiana.
Facilitare, invece, la concessione del visto turistico per i cittadini di tutti gli altri paesi nel rispetto della reciprocità (se io voglio andare una settimana in Bulgaria mi basta il passaporto; se un bulgaro vuole venire in Italia in vacanza per una settimana deve produrre montagne di documenti e di garanzie umilianti).

Rafforzamento di un progetto di difesa comune europea e graduale emancipazione dalla NATO. Nel frattempo, bloccare ogni nuovo investimento della NATO (basi, ad esempio).

Forte riduzione, se non proprio cancellazione del debito dei Paesi del Terzo Mondo (possibilmente condivisa a livello europeo).

RIFORME ISTITUZIONALI

Parlamento unicamerale di circa 500 unità.

Un parlamentare può esercitare il mandato per un massimo di 15 anni (più gli anni necessari a completare la legislatura in corso).

Ridurre le buste-paga dei parlamentari adeguandole alla media degli altri parlamenti europei ed agganciare i successivi aumenti a quelli delle pensioni (vacche grasse per tutti o vacche magre per tutti...). Individuare forme di riduzione delle indennità proporzionali alle assenze in aula sia al Parlamento nazionale che a quello Europeo (dove qualcuno continua a buscare 12mila euro al mese con medie di assenteismo superiori al 90%). Eliminazione dei privilegi feudali, ossia degli sconti per cinema, manifestazioni sportive, barbiere ed ogni altra attività non riconducibile all'incarico parlamentare (quindi conferma di agevolazioni per servizi di trasporti, postali, ecc.).

Individuare forme di revoca da parte degli elettori dei mandati politici a livello comunitario, nazionale ed amministrativo.

Riforma dell'istituto referendario (800mila firme da raccogliere invece di 500mila ed abbassamento del quorum al 40%).

Un solo sottosegretario per ministero.

Divieto di assunzione di più incarichi istituzionali contemporaneamente(sindaco e parlamentare, parlamentare europeo e nazionale, ecc.).

Possibilità di candidarsi in un solo collegio elettorale. Candidarsi contemporaneamente in due collegi e magari anche nella quota proporzionale e' una presa in giro per i propri elettori.

ECONOMIA

Tobin Tax.

Fine delle privatizzazioni. Nei settori strategici (energia, acqua, comunicazioni, ecc.) lo stato deve conservare o riacquistare il controllo.

Tassare le grandi rendite finanziarie.

Destinare il 7 per mille del PIL alla cooperazione internazionale.

Opzione fiscale. Nella dichiarazione dei redditi il cittadino può scegliere se la quota destinata alle spese militare può essere invece destinata alla cooperazione internazionale.

GIUSTIZIA

Nuove leggi contro la corruzione che rispondano agli orientamenti indicati dal pool Mani Pulite della Procura di Milano negli anni Novanta.

Ineleggibilità di chiunque sia condannato in primo grado per reati contro il patrimonio e la pubblica amministrazione o per associazione di stampo mafioso; in via definitiva per altri reati da definire (escludendo, però, reati come quelli di opinione).

Istituzione di un'anagrafe della legalità, liberamente consultabile, per chiunque rivesta incarichi pubblici a livello nazionale e locale (partendo dalle condanne in primo grado).

Abrogazione di tutte le riforme sulla giustizia e sulla magistratura approvate negli ultimi sette anni a partire dal cosiddetto "giusto processo" in poi.

COMUNICAZIONI

Legge antitrust vera e abrogazione della legge Gasparri e della legge Mammì.

Un canale televisivo pubblico riservato all'informazione, con particolare riguardo a quella di utilità sociale (niente varietà, spettacoli, sport, ecc.).

Basta con la dittatura della pubblicità. Individuazione di una soglia di minutaggio massima per la pubblicità nelle televisioni nazionali e locali (non più del 20% dell'attuale). Divieto di pubblicità e di messaggi promozionali all'interno dei programmi. Divieto assoluto di pubblicità televisive relative a beni destinati ai bambini (giocattoli, merendine, ecc.).

Nuova disciplina delle campagne elettorali con limitazione o magari abolizione degli spot televisivi e ovviamente della pubblicità elettorale occulta.

Ridefinizione della composizione del Consiglio d'Amministrazione RAI, prevedendo magari un rappresentante delle associazioni di consumatori più rappresentative e un rappresentante dei giornalisti.


SERVIZI SOCIALI E SANITARI

Individuazione di livelli essenziali di assistenza sociale più elevati validi su tutto il territorio nazionale. Aumento di risorse e di personale volti al raggiungimento ed al perfezionamento di tali livelli.

Nuovi investimenti (raddoppiando la spesa e rendendo strutturali interventi che adesso risultano residuali o temporanei) per il miglioramento e l'innovazione di servizi sociali e sanitari.

Chiusura dei Centri di Permanenza Temporanea. Legge sul diritto di asilo. Creazione di servizi in favore di immigrati. Semplificazione delle procedure necessarie all'ottenimento ed al rinnovo del permesso di soggiorno. Carta di soggiorno a chiunque denunci attività illegali (comprese assunzioni e affitti in nero, scarsa sicurezza sul lavoro, ecc.). Diritto di voto per le elezioni amministrative agli stranieri residenti (anche per le politiche a chi è in possesso della carta di soggiorno).
Le competenze e le pratiche relative alla concessione dei permessi di soggiorno siano trasferite dalle Questure ai Enti locali anche per non confermare la percezione dell'immigrazione come problema di pubblica sicurezza e per facilitare l'approccio degli stranieri con uffici di cui potrebbero aver bisogno (servizi sociali, pubblica istruzione, cultura e tempo libero, ecc.).

Rendere più effettiva l'applicazione della legge sull'inserimento lavorativo dei disabili. Niente appalti alle ditte non in regola.

Rimborso totale delle spese sostenute per l'adozione internazionale a chi ha un reddito basso.

LAVORO

Revoca della legge Biagi e della legge Treu.

Divieto di svolgere attività di lavoro private per tutti i dipendenti o i dirigenti pubblici.

SICUREZZA

Superprocura contro il terrorismo internazionale.

Abolizione totale del porto d'armi (basta con gli arsenali a casa di cani, porci e psicopatici) e conseguente nuova disciplina dell'attività venatoria con appositi depositi di armi presso riserve di caccia.

Divieto di possesso di animali pericolosi e di particoli razze di cani (pitbull, rottweiler, ecc.).

Definire meglio come aggravante e punire più severamente l'odio razziale in ogni tipo di reato in cui si ravvisi tale circostanza (dall'oltraggio alle lesioni, all'istigazione, ecc.).

ISTRUZIONE

Abrogazione della riforma Moratti.

Diritto allo studio “sostanziale”. Esenzione totale dalle tasse, fornitura gratuita di materiale di studio, agevolazioni per affitti e mense agli studenti universitari senza reddito o con redditi bassi, indipendentemente dal rendimento.

Programmi orientati all'educazione interculturale e all'educazione nonviolenta nelle scuole dell'obbligo e nelle scuole pubbliche.


AMBIENTE

Procedure più semplici e rapide per l'abbattimento, a spese dei costruttori, degli abusi edilizi.

Campagna di diffusione di comportamenti più responsabili sul piano ambientale, tassando i consumi privati eccessivi (acqua, benzina, condizionatori, ecc.).

Piano energetico a lungo termine che preveda il progressivo utilizzo di energie alternative (eolica, solare, ecc.).

Piano dei trasporti a lungo termine che preveda un maggiore utilizzo delle ferrovie (da migliorare) e la graduale dissuasione dei trasporti su gomma (da tassare ulteriormente).

VARIE

Individuazione delle aziende produttrici di sigarette quali responsabili dirette dei danni alla salute dei fumatori e obbligo di risarcimento in caso di malattie.

Campagna di semplificazione normativa. Inoltre ogni nuova legge dovrebbe, ove possibile, abrogare quelle precedenti della stessa materia ed essere approvata in contemporanea con i decreti o i regolamenti di attuazione.

La modificazione genetica di piante e animali diventa reato. E' fatto divieto di brevettare ogni organismo naturale.

Abolizione graduale del sistema dei brevetti farmaceutici.

Articoli correlati

  • L’informazione della libertà
    Pace
    I social network etici consentono un’informazione realmente universale e immediata nella popolazione

    L’informazione della libertà

    I manifesti, i volantini, i giornali murali, hanno svolto e svolgono una funzione propagandistica, informativa e organizzativa molto importante. Si pensi al ruolo durante la prima guerra e la seconda guerra mondiale o nella lotta della Resistenza.
    1 maggio 2021 - Laura Tussi
  • Disegnare il futuro. Quale leadership per un'ecologia integrale?
    Ecologia
    Corso gratuito – online sabato 24 aprile 2021 dalle 15 alle 18.30

    Disegnare il futuro. Quale leadership per un'ecologia integrale?

    Un'occasione per formarsi e informarsi sui temi posti dalle encicliche di Papa Francesco "Laudato si" e "Fratelli tutti"
    20 aprile 2021
  • Alexander, dall’umanità ai margini per riparare il mondo
    Pace

    Alexander, dall’umanità ai margini per riparare il mondo

    E’ ancora possibile fare politica insieme agli impoveriti e agli ultimi, ai piccoli e ai deboli, senza rimanere ingabbiati nei soliti rituali e nelle meschine dinamiche dei palazzi? Fare politica non per il potere ma solo per le vittime e gli sfruttati?
    5 luglio 2017 - Alessio Di Florio
  • PeaceLink e Unimondo - Democrazia: concezione di vita
    Pace
    UNIMONDO - Editoriale:

    PeaceLink e Unimondo - Democrazia: concezione di vita

    21 settembre 2016 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)