Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Intervento del consigliere comunale Lucio Lonoce

No all’ampliamento della centrale ENI

I miei elettori , e non solo, dicono NO al continuo deturpamento del nostro territorio e SI al rinnovo e alla ripresa di una nuova e ricca economia.

Il futuro di Taranto lo scegliamo noi
In questi giorni non si parla altro che di ambiente, ci sono conferenze in tutto il mondo, qui a Taranto, invece, si parla di ampliare un’azienda inquinante.
Mi riferisco chiaramente all’ENI, si dice che si vogliano sostituire gli impianti vecchi con altri nuovi meno inquinanti e più produttivi, ma alla fine meno inquinanti significa che comunque inquinano e inquinamento x ENI + inquinamento y ILVA + inquinamento z Cementir = GROSSO INQUINAMENTO x+y+z!!

Caspita ma che bella equazione velenosa!!

Ma Taranto non è abbastanza satura di veleni?

Invece di trovare alternative lavorative all’industria si parla solo di quello, non sono soprattutto d’accordo con chi afferma che Taranto e la grande industria sono legati indissolubilmente e che senza di esse si creerebbe disperazione!

Addirittura!

Ma quanti tarantini, mi chiedo , lavorano nella grande industria?

Molto pochi, di questi alcuni sono in cassa integrazione, altri prossimi alla pensione, quindi dov’è questa grande disperazione economica?
Dove sono queste grandi perdite di posti di lavoro senza i quali Taranto non potrebbe sopravvivere?

Voglio esprimermi adesso attraverso la voce di molti miei concittadini che mi incitano ogni giorno a combattere per l’ambiente. A quanto pare nessun cittadino tarantino, che io conosca, vuole l’inquinamento industriale. Ho sentito dire che i tarantini non si ribellano abbastanza, ma ciò non è vero perché i prepotenti alla fine decidono per tutti.
Ma adesso basta!

Bisogna, ora più che ormai, trasformare dalla radice l’economia della nostra città; le alternative ci sono: università, miticultura, pesca, agricoltura, artigianato, turismo e tra poco anche il nuovo S.Raffaele.

E allora? Vi sembra poco?

Ci sarebbero tantissimi posti di lavoro senza compromettere ulteriormente l’ambiente ,invece dei pochi posti che l’ENI è disposta a concedere magari solo a qualche persona più fortunata!
I cittadini si sentono presi in giro da chi promette posti di lavoro, perché a loro interesse la produzione e la vendita dei propri prodotti, a scapito di miseri stipendi e distruzione dell’ambiente ,di conseguenza della nostra salute.
La nostra popolazione, negli ultimi anni, si sta ammalando di patologie sempre più gravi i medici attribuiscono tutto questo all’alimentazione e all’aria che respiriamo.

A questo punto dico basta, ci vuole una decisione forte, uno stop indiscutibile, non si può cambiare se non si elimina il problema di fondo!

I miei elettori , e non solo, dicono NO al continuo deturpamento del nostro territorio e SI al rinnovo e alla ripresa di una nuova e ricca economia.

Distinti saluti

Consigliere Comunale
Lucio Lonoce

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)