Taranto Sociale

Lista Taranto

Archivio pubblico

Comunicato stampa

Il Sindaco Stefàno sbaglia: la normativa sul benzo(a)pirene è in vigore dal 1° gennaio 1999. Lo dice l'Arpa

Invitiamo il Sindaco a interpretare correttamente la legge nell'interesse supremo della tutela della salute dei cittadini e ad asterersi da dichiarazioni pubbliche che non giovano alla corretta informazione dell'opinione pubblica
27 maggio 2010
Altamarea (Coordinamento di cittadini e associazioni)

Il Sindaco di Taranto ha ripetutamente dichiarato in questi giorni che vi sarebbe tempo fino al 31 dicembre 2012 per far scendere il benzo(a)pirene sotto i valori stabiliti dalla legge.
Logo Altamarea
Nel dicembre 2009 avevamo incontrato il Sindaco informandolo dettagliatamente sull’inquinamento da benzo(a)pirene "fuori norma" nel quartiere Tamburi e spiegandogli che la vigente normativa stabilisce di scendere sotto i valori stabiliti dalla legge a partire dal 1° gennaio 1999. Evidentemente non siamo stati convincenti.

Dopo la nostra dettagliata esposizione, avvenuta in un clima di cordialità, il Sindaco non ci ha fatto obiezioni. Tuttavia in seguito il Primo Cittadino ha continuato a dichiarare pubblicamente che vi era tempo fino al 31 dicembre 2012 per applicare la normativa sul benzo(a)pirene.

Per fare definitivamente chiarezza sulla questione della data di applicazione della legge sul benzo(a)pirene, inviamo alla stampa il fax (è in allegato al presente messaggio) di chiarimento definitivo dell'Arpa Puglia la conferma che il valore obiettivo (superato nel quartiere Tamburi) è in vigore dal 1° gennaio 1999.

In data 27 aprile 2010 l'Arpa Puglia ha infatti inviato a PeaceLink la seguente comunicazione ufficiale con protocollo 20345:

"La scrivente Agenzia è a conoscenza che il D.Lgs 152/07, art.10, comma 2, per i livelli di Benzo(a)Pirene nelle aree urbane di cui all'allegato III del DM 25.11.94 (in cui rientra anche il Comune di Taranto) fa salvo l'obiettivo di qualità riportato nell'allegato V di tale decreto, secondo il quale il valore medio annuale di 1 ng/m3 doveva essere rispettato già a partire dall'1 gennaio 1999".

E' del tutto evidente quindi che sbaglia in Sindaco quando dice che si deve scendere sotto un nanogrammo "entro il 31 dicembre 2012".

Invitiamo il Sindaco a interpretare correttamente la legge nell'interesse supremo della tutela della salute dei cittadini e ad asterersi da dichiarazioni pubbliche che non giovano alla corretta informazione dell'opinione pubblica.

Le sue dichiarazioni non giovano neppure alla salute in quanto il benzo(a)pirene era cancerogeno il 1° gennaio 1999 e sarà cancerogeno anche il 31 dicembre 2012. Ogni mese che passa a Taranto e provincia muoiono 100 persone di cancro. Abbiamo accumulato 11 anni di ritardo per applicare la legge ed è disdicevole indugiare su una non corretta interpretazione della legge per prendere altri diciotto mesi di tempo e attendere altri 1800 morti di cancro.

Vogliamo interpretare l'impazienza della città e da ora in poi la nostra linea sarà di assoluta intransigenza: tutti in piazza sabato mattina alle ore 9.30 davanti al municipio per chiedere il fermo tecnico della cokeria Ilva. Consegneremo al Sindaco una sveglia, perché il tempo dei rinvii è finito.

Altamarea ha inviato al Comune di Taranto con posta elettronica certificata il fax dell'Arpa perché venga definitivamente acquisito al protocollo dal Sindaco.

Allegati

Articoli correlati

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)