mafia

iniziative antimafia e di educazione alla legalita'
383 Articoli - pagina 1 ... 15 16
  • Donne tra mafia e alternative
    SUD

    Donne tra mafia e alternative

    La donna è sempre stata fondamentale nel replicare e rafforzare valori e cultura mafiosi. E tocca alle donne della società civile elaborare valori e culture diverse.
    Pino De Luca
  • "Diamo fastidio, ma andremo avanti"

    Grave atto intimidatorio nei confronti di Libera

    Bruciati vari ettari della cooperativa Placido Rizzotto.
    21 luglio 2004 - Alessio Di Florio
  • Dieci anni fa veniva ucciso dalla camorra don Giuseppe Diana
    Ricordo di un prete scout che difendeva la libertà del suo popolo

    Dieci anni fa veniva ucciso dalla camorra don Giuseppe Diana

    Il boss Nunzio De Falco, "'O Lupo", è il mandante del delitto di don Giuseppe Diana, il prete anticamorra ucciso a Casal di Principe il 19 marzo del 1994. E per questo è stato condannato all'ergastolo dai giudici della prima Corte di Assise di Santa Maria Capua Vetere presieduta da Maria Rosaria Cosentino. (1)
    9 marzo 2004 - Geppino Gioia
  • Ecomafia

    Traffico illegale di rifiuti, 97 indagati

    Un milione di tonnellate di rifiuti tossici e cancerogeni prodotti nelle industrie pesanti del nord Italia sono stati smaltiti per anni in impianti del Sud. Sgominata la banda che gestiva il traffico
    6 novembre 2003 - Il Nuovo
  • CHIESA

    Quel prete e la mafia

    A dieci anni dalla morte, un ricordo di padre Pino Puglisi.
    Giancarlo Bregantini
  • Conferenza di Libera con il giudice Giancarlo Caselli

    Lotta alla mafia: rende liberi e dà anche da mangiare

    Aveva fra le mani un pacco di pasta apparentemente come tutti gli altri. Ma era pasta fatta con il grano coltivato su terreni confiscati alla mafia.
    12 ottobre 2003 - Daniele Marescotti
  • Osò sfidare la mafia

    In ricordo di Padre Pino Puglisi

    "Avete capito chi sono io?", domando'. "Un rompiscatole", concluse sorridendo.
    22 settembre 2003 - Andrea Zanello <zanelloandrea@yahoo.it>
  • Condannata l'informazione antimafia

    Il 15 gennaio avra' luogo la requisitoria del pubblico ministero contro il boss Gaetano Badalamenti nell'ambito del processo sull'assassinio di Peppino Impastato. Ma in tribunale ci stanno finendo anche Giovanni, il fratello di Peppino, Claudio Riolo dell'universita' di Palermo e Umberto Santino del Centro Impastato. Il primo per alcune dichiarazioni rese al Maurizio Costanzo Show, gli altri due per le ragioni spiegate da Riccardo Orioles nell'intervento che riportiamo di seguito.
    26 dicembre 2001 - Riccardo Orioles
pagina 16 di 16 | precedente - successiva

PeaceLink News

Archivio pubblico

Dal sito

PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)