Ecologia

RSS logo

Mailing-list Ecologia

< Altre opzioni e info >

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

Lista Ecologia

...

Articoli correlati

Inquinamento Atmosferico e Mortalità nella Popolazione "Medicare"

15 luglio 2017 - Qian Di, M.S., Yan Wang, M.S., Antonella Zanobetti, Ph.D., Yun Wang, Ph.D., Petros Koutrakis, Ph.D., Christine Choirat, Ph.D., Francesca Dominici, Ph.D., and Joel D. Schwartz, Ph.D.
Fonte: N Engl J Med 2017 - 29 giugno 2017

Air pollution BACKGROUND
Gli studi hanno dimostrato che l'esposizione a lungo termine all'inquinamento atmosferico aumenta la mortalità. Tuttavia, le prove sono limitate ai livelli di inquinamento atmosferico al di sotto dei più recenti Standard Nazionali di Qualità Ambientale. Precedenti studi riguardavano prevalentemente le popolazioni urbane e non avevano la potenza statistica per stimare gli effetti sulla salute nei gruppi sottorappresentati.

METODI
Abbiamo costruito un gruppo aperto di tutti i beneficiari Medicare (60.925.443 persone) negli Stati Uniti continentali dagli anni 2000 al 2012, per complessivamente 460.310.521 anni/persona di controlli periodici.
Le medie annuali di polveri sottili (particelle con un diametro aerodinamico medio di massa inferiore a 2,5 μm [PM2,5]) e di ozono sono state stimate in base al codice di residenza di ciascun iscritto con l'utilizzo di modelli di previsione precedentemente convalidati. Abbiamo valutato il rischio di morte associato all'esposizione a 10 μg per metro cubo per PM2.5 e 10 parti per miliardo (ppb) per l'ozono utilizzando un modello di rischio proporzionale Cox a due inquinanti che controllava le caratteristiche demografiche, l'idoneità al Medicaid, e covariabili a livello di zona.

 

RISULTATI
Aumenti di 10 μg per metro cubo in PM2.5 e 10 ppb nell’ozono sono stati associati con aumenti della mortalità per tutte le cause del 7,3% (intervallo di confidenza 95% (CI), da 7,1 a 7,5) e dell’1,1% (95% CI, da 1,0 a 1,2), rispettivamente. Quando l'analisi è stata limitata a persone-anni con un'esposizione a PM2,5 inferiore a 12 μg per metro cubo e ozono inferiore a 50 ppb, gli stessi aumenti di PM2.5 e dell'ozono sono stati associati con aumenti del rischio di morte del 13,6% (95% CI, da 13,1 a 14,1) e 1,0% (95% CI, da 0,9 a 1,1), rispettivamente. Per PM2.5, il rischio di morte tra gli uomini, i neri e le persone con Medicaid era più elevato di quello del resto della popolazione.

 

CONCLUSIONI
Nell'intera popolazione Medicare, vi erano significativi elementi di prova degli effetti negativi relativi all'esposizione a PM2.5 e all'ozono a concentrazioni inferiori agli standard nazionali vigenti. Questo effetto è stato più pronunciato tra le minoranze razziali (autoclassificazione razziale) e le persone a basso reddito. (Sostenuto dall'Health Effects Institute e altri.)

Note:

"Medicare" è il nome dato ad un programma di assicurazione medica amministrato dal governo degli Stati Uniti, riguardante le persone dai 65 anni in su o che incontrano altri criteri particolari (patologie renali, disabilità).
"Medicaid" è un programma federale sanitario USA che provvede a fornire aiuti agli individui e alle famiglie a basso reddito (NdT).

Tradotto da Antonella Recchia per PeaceLink . Il testo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali citando la fonte (PeaceLink) e l'autore della traduzione.
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Posta elettronica certificata (PEC)