Latina

RSS logo

Aiuta PeaceLink

Sostieni la telematica per la pace:

  • c.c.p. 13403746 intestato ad Associazione PeaceLink, C.P. 2009 - 74100 Taranto (TA)
  • conto corrente bancario n. 115458 c/o Banca Popolare Etica, intestato ad Associazione PeaceLink (IBAN: IT05 B050 1802 4000 0000 0115 458)
Motore di ricerca in

PeaceLink News

...

Articoli correlati

  • Brasile: condannato latifondista che nel 1998 uccise un contadino senza terra
    Quindici anni e nove mesi di prigione per il ruralista Marcos Prochet

    Brasile: condannato latifondista che nel 1998 uccise un contadino senza terra

    L’assalto contro i sem terra fu organizzato dalle milizie private del fazendeiro
    26 novembre 2013 - David Lifodi
  • Brasile: Fortaleza in lotta per il suo parco
    I militanti di Ocupe Cocó propongono modelli di sviluppo urbano alternativo

    Brasile: Fortaleza in lotta per il suo parco

    I viadotti all’interno del Parque do Cocó per soddisfare le imprese costruttrici
    14 ottobre 2013 - David Lifodi
  • Uno dei maggiori disastri ambientali della storia: il caso Chevron-Texaco in Ecuador
    Quando la mucca da mungere si ribella

    Uno dei maggiori disastri ambientali della storia: il caso Chevron-Texaco in Ecuador

    L'Ecuador sta raccogliendo la documentazione da presentare alla fine dell'anno davanti alla Corte dell'Aia. È stato stabilito il danno al delicato ecosistema amazzonico a cominciare dallo sversamento di 680.000 barili di greggio nei fiumi, flora e fauna delle province amazzoniche. Lo sfruttamento di questi pozzi è stato effettuato senza alcuna protezione nei riguardi dell'ambiente circostante. La popolazione delle province di Orellana e Sucumbios ha una percentuale di malati di cancro tre volte superiore agli abitanti del resto del paese. Ci sono più di 80.000 analisi che rilevano l'esistenza di prodotti tossici nel suolo e nell'acqua risultanti dalla contaminazione di acqua tossica proveniente dall'estrazione del petrolio.
    9 ottobre 2013 - Luis Padilla en Mié
  • Brasile: lo spionaggio della Vale contro i movimenti sociali
    Gli informatori della Vale monitoravano le attività della rete Justiça dos Trilhos

    Brasile: lo spionaggio della Vale contro i movimenti sociali

    Attività di intelligence anche ai danni dei Sem Terra e dei leader sindacali
    16 settembre 2013 - David Lifodi

La polizia tortura Senza terra a São Gabriel

17 agosto 2009 - Marcelo Zelic
Fonte: Portal Vermelho - A Esquerda Bem Informada

Il Movimento dei senza terra (MST) ha denunciato le torture subite della Brigata Militare durante lo sfollamento dei terreni della città di San Gabriel (stato del Rio Grande del Sud), svoltasi il Mercoledì (12 agosto) nel pomeriggio. Almeno trenta persone, tra adulti e bambini, sono rimasti feriti - alcune persone si sono fratturate le dita e le braccia - durante la sfratto forzato effettuati dalla Brigata.

Un sem-terra

La violenza della polizia militare durante le proteste hanno creato un clima di repressione dei movimenti sociali ed i 250 sem-terra sono stati tutti identificati ed umiliati. I manifestanti sono stati trattenuti all'interno della sede della prefettura, dove sono stati picchiati dalla polizia con manganelli, calci e pugni.

Il fatto è avvenuto a San Gabriel, oltre il limite territoriale. Un fatto che ha acquisito caratteristiche di tortura poliziesca: le famiglie hanno riferito che, mentre attendevano l'identificazione, continuavano a riceve colpi, calci, pugni dalla polizia.

E' stato creato un "corridoio polacco", dove le persone sono state costrette a spostarsi, mentre ricevevano calci e pugni. I senza terra hanno fatto anche da cavie per sperimentare la nuova pistola elettrica, che dovrebbe essere usata nei fermi di polizia per i procedimenti penali: li è stato utilizzata per colpire alcune persone.

Questo Giovedi (13), i membri del Comitato di Stato contro la tortura sono stati a San Gabriel per parlare alle famiglie e raccogliere elementi di prova. Il MST sostiene che l'azione violenta della Brigata Militare era guidata dal Subcomandante Lauro Binsfeld - lo stesso che ha portato l'espulsione delle donne da Via Campesina, in una zona di Stora Enso limitrofe a Rosario del Sud (Rio Grande) nel 2008, un ricorso raccontato da decine di manifestanti feriti.

Il MST respinge anche l'atteggiamento del sindaco di San Gabriele, Rossano Gonçalves (PDT), che ha rifiutato di parlare con le famiglie e autorizzato l'azione della Brigata Militare, responsabile dei governi statale e federale, che non effettuano la riforma agraria.

Il movimento vuole sapere dove sono le risorse che il governo federale afferma d'aver stanziato, ma che il sindaco Rossano Gonçalves sostiene di non ancora ricevuto. Mentre Sindaco e Prefettura non si rispondono delle loro responsabilità, tre bambini sono morti dall'inizio dell'anno per mancanza di cure mediche. Ma il pubblico ministero non ha trasmesso la richiesta presentata dalla scuola per le famiglie, quindi è stata presentata un'azione di sfratto con conseguente scontro con le forze di polizia.

Risultato: dopo nove mesi dalla data d'insediamento non c'è energia elettrica, acqua potabile, strade e scuole per i bambini. Il MST locale richiede l'esproprio del restante territorio di Southall e l'immediata liberazione, come giusto, delle Fattorie Antoniazzi e 33, a San Gabriel.

Note:

Si ringrazia per le informazioni fornite Marcelo Zelic, Vice Presidente del gruppo contro la tortura, SP e membro della Commissione Giustizia e Pace della Arcidiocesi di St. Paul, coordinatore del Progetto Magazzino della Memoria.

Tradotto da Giacomo Alessandroni per PeaceLink . Il testo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali citando la fonte (PeaceLink) e l'autore della traduzione.
N.d.T.: Titolo originale: Polícia tortura os sem-terra em São Gabriel (RS)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Informativa sulla Privacy