conferenza stampa

"Ponti e non muri"

9 novembre 2004
ore 11:30 (Durata: 2 ore)

In questa occasione, in coincidenza con il quindicesimo anniversario della caduta del muro di Berlino, la sezione italiana di Pax Christi - Movimento Cattolico Internazionale per la Pace, darà inizio alla Campagna Ponti e non muri che chiede al governo israeliano di interrompere la costruzione del muro in Cisgiordania che divide i due popoli israeliano e palestinese.
La Campagna prevede momenti di sensibilizzazione dell'opinione pubblica sulle drammatiche condizioni di vita delle popolazioni in Terra Santa e l'invio di cartoline al primo ministro israeliano e al presidente del consiglio Silvio Berlusconi con la richiesta che il nostro governo si adoperi in tutte le sedi per interrompere la costruzione del muro.
Parteciperanno alla riunione Tonio Dell'Olio,coordinatore Nazionale di Pax Christi, Larry Fata membro del programma Eappi (Ecumenical Accompaniment Programme in Palestine and Israel - Programma Ecumenico di Sostegno in Palestina e Israele) promosso dal Consiglio Mondiale delle Chiese al fine di porre termine all'occupazione in Palestina e per affiancare israeliani, palestinesi e cristiani nelle loro azioni nonviolente, e don Nandino Capovilla, responsabile azioni Israele-Palestina per Pax Christi Italia.
La conferenza sarà preceduta dalla proiezione di un video dell'intervista di S.B. Mons. Michel Sabbah patriarca latino di Gerusalemme e presidente di Pax Christi International. In una sala attigua i signori giornalisti potranno vedere in anteprima la mostra fotografica "Terra di Palestina", realizzata tra la fine del 2003 e l'inizio del 2004 da dieci fotoreporter della "Graffiti Press", testimonianza diretta di un popolo che lotta per la sopravvivenza.
La campagna prevede anche la distribuzione di una "Lampada della pace" in ceramica, realizzata in Palestina e alimentata dall'olio di Taybeh. La lampada intende lanciare da Gerusalemme un segnale di pace che possa brillare in tutti i luoghi di culto della Cristianità.

Per maggiori informazioni:
segreteria Pax Christi
0552020375
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Nuovo studio italiano pubblicato sullo Scientific Report di Nature

    Danni neurotossici causati da piombo e arsenico nei bambini di Taranto

    Disturbi da deficit di attenzione, autismo e iperattività, sarebbero riscontrati in numero maggiore, nei quartieri più vicini al siderurgico: Tamburi e Paolo VI. Siamo stanchi di prestare le nostre vite e quelle dei nostri figli, come se fossimo cavie da laboratorio.
    19 giugno 2021 - Giustizia per Taranto
  • Taranto Sociale
    I dati relativi alle polveri sottili (PM2,5 e PM10) e al biossido di azoto (NO2)

    Ex Ilva: Peacelink, rischio cancerogeno inaccettabile

    “L’aria di Taranto non rispetta i limiti dell'Organizzazione mondiale della sanità” dice Peacelink, per la quale “a fronte di una situazione sanitaria fortemente compromessa, la popolazione di Taranto dovrebbe godere di una protezione particolare".
    18 giugno 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Disarmo
    Biden e Putin siglano un comunicato congiunto “on Strategic Stability”

    Good News? La speranza continua

    "Gli Stati Uniti e la Russia avvieranno insieme un dialogo bilaterale integrato di stabilità strategica nel prossimo futuro, che sarà deliberato e solido. Attraverso questo Dialogo, cerchiamo di gettare le basi per future misure di controllo degli armamenti e di riduzione dei rischi.”
    17 giugno 2021 - Roberto Del Bianco
  • Sociale
    Siamo nel 2021 e le donne, qui, in Italia, italiane e straniere, ancora non possono dire no!

    Saman

    Saman non è stata uccisa per ordine del Corano. Saman è stata uccisa dal sistema patriarcale. La sua uccisione è un femminicidio come qualsiasi femminicidio che succede quotidianamente in Italia e ovunque a conseguenza di una mentalità maschilista marcia ed arretrata
    17 giugno 2021 - Gulala Salih (Donna curda cittadina italiana. Attivista per la pace e i diritti delle donne e dei bambini)
  • Sociale
    Ilaria Di Roberto: «non siamo un sesso debole, siamo sopravvissute».

    «Quanto subisco rispecchia il concetto di femminicidio in vita»

    La denuncia pubblica di quanto subisce da anni e dell’ultima molestia subita l’11 giugno e un drammatico appello, «ho bisogno di essere creduta e di aiuto».
    17 giugno 2021 - Alessio Di Florio
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)