convegno

Agricoltura biologica, un modello per la produzione di energia rinnovabile

10 febbraio 2005

Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica
con il patrocinio di Presidenza - Assessorato all’Ambiente - Assessorato all’Agricoltura della Regione Toscana
AIAB - Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica e la Regione Toscana organizzano questo convegno nazionale sul ruolo dell'agricoltura biologica per la produzione di energia rinnovabile, la riduzione dell'emissione di gas di serra e l'aumento della capacità di assorbimento della CO2, a pochi giorni dall'entrata in vigore del protocollo di Kyoto (il prossimo 16 febbraio). Crediamo sia il momento di chiarire il contributo che l'agricoltura biologica potrà dare per il rispetto del Protocollo di KYOTO.

Il tema della produzione dell'energia e delle emissioni dei gas di serra influenzeranno i modelli di sviluppo dei prossimi anni. L'agricoltura biologica si propone come modello di sviluppo rurale che da un contributo positivo in tal senso.

E' necessario che si arrivi anche ad un riconoscimento normativo dell'Agricoltura Biologica in merito a queste tematiche, a partire dalla sua capacità intrinseca di ridurre le emissioni e dalla funzione di serbatoio di carbonio delle aziende agricole biologiche.

PROGRAMMA

Ore 10 Saluti

Presidente Regione Toscana

Preside Facoltà Agraria

0re 10: 30 Prima sessione

LA PRODUZIONE DI ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI

Presiede

Tito Barbini, Assessore all’Agricoltura Regione Toscana

Interventi

o AIAB – Sandro Angiolini

o AIEL – M.Berton

o ETA – da confermare nominativo

o Legambiente – Luca Lazzeri / B. Croce

o Facoltà d’Agraria - Agroecologia – Concetta Vazzana

Pausa pranzo

Ore 14:30 Seconda Sessione

L'AGRICOLTURA BIOLOGICA PER I IL RISPETTO DEI PARAMETRI KYOTO

Presiede

Tommaso Franci, Assessore all’Ambiente della Regione Toscana

Interventi

o Ministero Ambiente – A. Lumicisi

o ARSIA – M.G. Mammuccini

o APAT – L. Ciccarese

o ISTAT – G. Bellini

o CNR – G. Matteucci

o Legambiente – F. Ferrante

o Federparchi – Nardini

o ICEA/BIOS da confermare nominativo

o AIAB – V. Vizioli

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)