festa

FESTAMBIENTE VICENZA 2005 - QUARTA EDIZIONE

23 giugno 2005

FESTAMBIENTE VICENZA
4A EDIZIONE
23 24 25 26 giugno 2005
Ecologia, Giustizia, Pace e Solidarietà …
perché un mondo diverso è possibile
Parco fluviale del Retrone
Via Malvezzi Zona Ferrovieri - VICENZA

Cos'è Festambiente? Festambiente Vicenza è una festa-azione sugli stili di vita sostenibili. Obiettivi di Festambiente sono coniugare relax con impegno civile e far conoscere alla cittadinanza la concreta possibilità di un sistema di vita ecocompatibile. Ci sono concerti e spettacoli con artisti di rilievo nazionale, ma si propone anche una molteplicità di momenti di riflessione culturale ed interculturale sviluppati con metodologie adatte a tutte le età (dibattiti, laboratori creativi, mostre fotografiche, attività sportive, cineforum, …).
Festambiente Vicenza è organizzata da un gruppo di associazioni vicentine che mettono assieme la loro esperienza, le loro energie e i loro soci per creare una festa delle associazioni operanti nell'ambito ambientale, sociale, del commercio equosolidale, dell'animazione giovanile, della cooperazione internazionale: Arciragazzi, Asoc, Casa di cultura popolare, CGIL, CISL, Coop Aadriatica, Coop. Job Mosaico, Coop. Insieme, Coop. Unicomondo, Gocce di giustizia, Emergency, Legambiente, Rete Lilliput, Uomo oltre i confini.
Festambiente Vicenza si svolge in uno degli angoli più suggestivi della città di Vicenza: il parco fluviale del Retrone circondato a sud dallo splendido scenario dei Colli Berici.

Le precedenti tre edizioni hanno visto la partecipazione crescente di migliaia di cittadini e si sono caratterizzate come evento provinciale patrocinato dalla provincia di Vicenza e da numerosi comuni. Preziose le presenze di produttori biologici locali, di aziende e di cooperative operanti nei settori ambientali e delle energie alternative. La terza edizione di Festambiente Vicenza 2004 è stata un successo di pubblico e di critica. Le cifre parlano da sole: più di 10 mila i visitatori; 60 gli stand; 5000 pasti distribuiti presso il ristorante (con degustazioni etniche, biologiche e vegetariane).

Festambiente 2005. I risultati dell'ultima edizione hanno spinto gli organizzatori a progettare la quarta edizione di Festambiente (che si terrà nei giorni 23-24-25-26 giugno 2005 sempre nel Parco del Retrone) con il duplice obiettivo: mantenere salda la festa sui principi di base (una festa ecosostenibile, equa e solidale) e perseguire uno sviluppo nella qualità dell'offerta culturale alla cittadinanza.
Quest'anno presso lo stand di Legambiente a cura della società Bluenergy sarà attivo uno sportello sulle energie rinnovabili per uso domestico: verranno fornite ai cittadini interessati tutte le informazioni relative alle energie alternative, all'installazione di solare termico o fotovoltaico nelle diverse tipologie abitative, alla compilazione dei documenti per attingere ai finanziamenti regionali, alle date di scadenza dei vari bandi.
Giovedì 23 giugno si affronteranno i temi dei cambiamenti climatici con la presenza di Mario Tozzi (geologo, ricercatore nonché conduttore del programma televisivo Gaia di Rai 3); venerdì 24 giugno, in collaborazione con l'Università di Ca' Foscari di Venezia, si affronterà il tema della multiculturalità e poi il tema dello sviluppo economico della Cina a fronte della crisi che investe il Nord-Est; sabato 25 giugno sarà presente Riccardo Petrella che parlerà del governo pubblico dell'acqua; sempre sabato alla mattina si svolgerà un convegno per gli operatori di strada sul disagio giovanile con la presenza del direttore del SERT di Faenza dott. Polidori; domenica 26 mattina Emergency organizza un dibattito sul movimento della pace con Raffaele Crocco di PeaceReporter e Eugenio Melandri; domenica 26 pomeriggio ci sarà un convegno regionale dei Gruppi di Acquisto Solidale e una tavola rotonda sulla cooperazione internazionale.
Molti gli spettacoli proposti: giovedì 23 concerto poprock di Luca Bassanese giovane cantautore del nostro tempo; venerdì 24 musica balcanica, zingara e klezmer con i Barbapedana; sabato 25 spettacolo di cabaret con il comico Diego Parassole direttamente da Zelig Circus e concerto folk giovanile con l'Osteria Popolare Berica; domenica 26 spettacolo di danze azteche e concerto reggae del gruppo Ganjamama.

Per le bambine e i bambini Arciragazzi propone uno spettacolo ludico-teatrale Il pifferaio dei diritti e sta approntando una nuova città dei bambini e delle bambine con tanti giochi all'insegna della fantasia, del divertimento, della natura, della solidarietà e dell'amicizia.
Per un primo dialogo con le altre culture tutti possono provare la cucina etnica (iraniana, magrebina, peruviana e unicomondo, …), ma non manca la cucina biologica, vegetariana, equosolidale e la cucina della tradizione veneta. Sarà per l'occasione organizzata anche una osteria biologica.

Per i nottambuli e per chi non vuol tornare a casa consigliamo la rassegna di mezzanotte nottefilm: un film per serata su pace, giustizia, ambiente e solidarietà.

I laboratori creativi delle associazioni. Festambiente è una festa delle associazioni che, in completa autonomia, predispongono laboratori creativi per i visitatori: la città dei bambini, lo sportello sulla casa eco-logica, la ciclofficina, il laboratorio di biodanza, il corso di yoga, di canoa, la musicoterapia, nuove ricette della cucina vegetariana, lo sportello per gli animali domestici, il laboratorio sul software libero, la mostra sul perfetto cicloturista, … ciò che rende unica questa festa sono tutti i progetti, le idee, i sogni, che i gruppi, i movimenti, i comitati presenti sul territorio sviluppano nel corso dell'anno.

Festambiente Vicenza è una manifestazione equosolidale, ecosostenibile, a raccolta differenziata spinta e … altamente biodegradabile. Non è un caso l'aver scelto di non vendere lattine di cocacola, ma solo bottiglie in vetro di guaranito e succhi biologici, di non usare posate in plastica, ma solo in mater-B, legno e cellulosa biodegradabili.

Festambiente Vicenza esiste anche in internet, in www.festambientevicenza.org si trovano tutte le informazioni utili per raggiungere la festa, il programma aggiornato, alcuni approfondimenti e le immagini più belle delle precedenti edizioni.

Legambiente circolo Parco Retrone

Per maggiori informazioni:
Legambiente
0444 928630
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1991: Alle ore 0,50 inizia la Guerra del Golfo, la prima dopo la fine della Guerra Fredda

Dal sito

  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Ecologia
    Health Impact Assessment of the steel plant activities in Taranto as requested by Apulia Region

    Studio OMS sull'impatto dell'ILVA di Taranto sulla salute

    Lo studio è stato richiesto dalla Regione Puglia ed è del giugno 2021, ed è uno studio predittivo. Nelle conclusioni si legge: "Le stime della presente relazione sono pienamente in linea con le precedenti valutazioni, effettuate da autorità regionali e altri ricercatori".
    12 gennaio 2022
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)