happening

Maratona Telethon 2005 per la Pace ,la Vita ,la Giustizia e laSolidarietà senza confini

17 dicembre 2005

La delegazione di Telethon nella figura di Senatore Carmela per la provincia di Salerno annuncia che
nei giorni Venerdi' 16 e Sabato 17 Dicembre a Pellezzano, in provincia di Salerno, si svolgerà l' edizione della Maratona Telethon con una durata no-stop di 36 ore, durante la quale si alterneranno vari momenti di spettacolo per adulti e bambini.
Lo scopo di tale manifestazione è di raccogliere fondi per la ricerca della distrofia e altre malattie genetiche.Saranno diversi i modi con cui si potranno effettuare donazioni: dai sms,ai supermercati ,alle poste ,alle banche ,al telefono ,alle agenzie delle entrate,in piazza,alle stazioni,alle promesse in Tv,al wap etc...Prevista per la giornata del 17 la Maratona per la pace,con la partecipazione straordinaria (dalla provincia di Caserta )della cantautrice per la pace Agnese Ginocchio ( www.agneseginocchio.it ). "Ho risposto con prontezza alla maratona per la Pace pro Telethon,ha affermato la cantautrice impegnata per la pace- perchè mi auguro che quanto prima possano essere scoperte le cause di tante malattie che provocano sofferenza,immobilità ,handicap e morte precoce .E' fondamentale per poter prevenire tempestivamente la malattia, risalire alla fonte e cioè studiare i nostri geni come si comportano e come reagiscono .Per questo bisogna favorire la ricerca ,perchè incrementi i lavori necessari per la scoperta dei nuovi vaccini .E' fondamentale inoltre usare il massimo della nostra solidarietà e delle nostre capacità economiche ,piccole o grandi che siano a seconda delle nostre possibilità ,a favore di tanti fratelli che non possono avere la nostra stessa autonomia.Mi auguro che anche le istituzioni nel decidere leggi e posizioni ,prima di pensare escusivamente a chi si trova già in una posizione di vantaggio sociale ,pensino soprattutto a coloro che appartengono alla fascia più debole ,più sfortunata e più bisognosa della società.Per la Pace è importante sostenerci a vicenda ,bisogna pensare che anche noi potremmo trovarci da un momento all'altro a convivere con una situazione di emergenza e di precarietà ,con una malattia inguaribile,per la quale vorremmo l'appoggio ed il sostegno dello stato ,come la guarigione dalla malattia stessa.Diventa quindi fondamentale portare l'uno il peso dell'altro ,mettere in pratica quella norma : fai agli altri ciò che vuoi venga fatto a te , usare dunque amore e carità verso il prossimo.Ci vuole poco per mettere in pratica queste cose , è questione di scelte ,ma è anche un grande dono che nasce dall' interiorità e perspicacia dell' intelletto .Solo in questa maniera e nel far prevalere gesti di solidarietà concreta e non di sole parole ,il mondo potrà avere
Pace ,Giustizia ,Vita e Libertà senza confini!"

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)