esposizione

Il movimento pacifista dal Vietnam ad oggi: un coro di voci contro la guerra Incontro con Michael Uhl

29 aprile 2006
ore 18:00 (Durata: 3 ore)

Associazione Culturale Linux Club Italia e
U.S. Citizens for Peace & Justice, Rome
presentano:

Il movimento pacifista dal Vietnam ad oggi:
un coro di voci contro la guerra

Sabato, 29 aprile, ore 18
Linux Club - via G. Libetta, 15c
Un incontro con:
Michael Uhl - veterano del Vietnam e attivista contro la guerra da 35 anni.

Intervengono:
Gianluca Peciola, Assessore Municipio Roma XI
Francesco Tupone, Associazione Linux Club Italia
Stephanie Westbrook, U.S. Citizens for Peace & Justice, Rome
Nella Ginatempo, Bastaguerra
Micaela Serino, Donne in nero Roma
Phil Rushton, autore del libro "Riportiamoli a casa: Il dissenso militare nelle forze armate statunitensi"
Mehmet Yuksel, rappresentante UIKI – ONLUS, Ufficio d'Informazione del Kurdistan in Italia

In concomità con la grande manifestazione nazionale per la pace che si tiene a New York, un incontro con Michael Uhl, Ph.D., veterano del Vietnam e da 35 anni esponente di livello nazionale USA del movimento dei militari contro la guerra. Parlerà del dissenso militare, del movimento contro la guerra durante il Vietnam e delle analogie e delle differenze con il movimento pacifista statunitense di oggi.

Durante l'iniziativa si terranno dei collegamenti con gli Stati Uniti e con la Manifestazione Pacifista "End the war in Iraq -- Bring all our troops home now!", la grande manifestazione nazionale contro la guerra di New York.

Michael Uhl
Michael Uhl è entrato nell'esercito statunitense come tenente nel Counter Intelligence Corps, il servizio di controspionaggio militare americano. Nel 1968, è stato inviato nel Vietnam, dove era responsabile di una squadra di intelligence da combattimento con la 11a Brigata. È stato testimone delle torture e delle atrocità subite dal popolo Vietnamita e allora ha capito la vera natura della guerra.

Al suo rientro negli Stati Uniti si è impegnato subito nel movimento contro la guerra diventando il coordinatore nazionale della "Commissione cittadina di inchiesta sui crimini di guerra" in Vietnam, il precursore del famoso Winter Soldier Investigation.

È cofondatore di Citizen Soldier, un'organizzazione di sostegno per i veterani e i militari, la quale è ancora attiva dopo 35 anni e coautore del libro "Cavie militari: Come il Pentagono ha esposto i nostri soldati ai pericoli più gravi della guerra". Negli anni ottanta, è stato socio fondatore della organizzazione Veterani per la pace, per la quale è tutt'oggi attivo ed è editore della loro newsletter nazionale.

Per maggiori informazioni:
U.S. Citizens for Peace & Justice
333 11 03 510
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1971: Prima azione nucleare di Greenpeace contro gli esperimenti nucleari sottomarini degli USA in Alaska

Dal sito

  • Latina
    Honduras

    Miriam Miranda: “Affrontiamo persone potenti, ma non smetteremo mai di lottare”

    Due mesi dalla sparizione forzata di Snaider, Milton, Suami, Gerardo e Junior
    23 settembre 2020 - Giorgio Trucchi
  • Kimbau
    Intervista sulla solidarietà al tempo della pandemia

    Chiara Castellani: "Pensare al proprio prossimo"

    "O si entra in questa dimensione di voler pensare agli altri e ciascuno di noi entra in questa prospettiva anche di globalizzazione della solidarietà con gli altri, o non riusciremo a salvarci tutti assieme, in questo dovremmo imparare anche dall’Africa".
    22 settembre 2020 - Laura Tussi
  • Ecologia
    Era nato a Nova Milanese nel 1942

    E' morto Virginio Bettini

    Ha collaborato con Barry Commoner e con lui pubblicò a doppia firma "Ecologia e lotte sociali" nel 1976. Insieme andarono in Vietnam per denunciare i disastri causati dalla diossina lanciata dagli USA nella guerra chimica. E' stato europarlamentare verde.
    21 settembre 2020 - Laura Tussi
  • Disarmo
    Una novità che invita gli attuali governi ad una svolta

    Invito ad aderire al Trattato delle Nazioni Unite sulla proibizione delle armi nucleari

    Cinquantasei ex presidenti, primi ministri, ministri degli esteri e ministri della difesa di 20 stati membri della NATO, nonché Giappone e Corea del Sud, hanno appena pubblicato una lettera aperta
    21 settembre 2020 - Tim Wright (Coordinatore ICAN)
  • Cultura
    Resa popolare su TikTok

    Jerusalema

    La canzone nasce come un brano gospel nelle chiese evangeliche, prima di diventare quello che comunemente definiamo tormentone
    17 settembre 2020 - Virginia Mariani
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)