manifestazione

“ACQUA IN ANGOLA, 30 ORE DI SOLIDARIETÀ”

3 giugno 2006

Dopo la tappa di Sorrento (Napoli) dello scorso Marzo, torna questa volta nella città di Vico Equense (Napoli) Sabato 3 e Domenica 4 Giugno: "Acqua in Angola, 30 Ore di Solidarietà ", maratona di solidarietà patrocinata dall' Unicef , per raccogliere fondi per l' Angola (Africa). Patrocinata anche dal Comune di Vico Equense (Napoli), la manifestazione si terrà in Piazza "G. Marconi"- S. Ciro- Vico Equense (Napoli). Il programma parte in questo modo: Sabato 3 Giugno a partire dalle ore 20,30 Galà serale d'inizio con la "Scuola di Ballo Tersicore"; "Gimnasium Club"; Scuola di danza "L' ècole de Dance"; e "Zero DB Band". Domenica 4 Giugno a partire dalle ore 11,00 inizia la vera e propria "Maratona del Cuore: i Giovani per i Giovani" . Il programma prevede l'esibizione di: " Officina Blues"; "TrioTarantae"; "Le Blue Chic Boutique";"Scuola di Ballo Tersicore"; "Gimnasium Club"; "Zero DB Band". Un ringraziamento speciale va al :
Fiorista "Franco Russo"; "Zero DB service spettacolo"; "DJ Max Zotti"; "Dario Matrone"; "Maria Rosaria di Giorgio";" Agnese Ginocchio, cantautrice per la Pace".
Conducono: " GianLuigi Cioffi " e "Giò Russo".
La città di Vico Equense in prima linea per raccogliere fondi destinati a sovvenzionare i progetti dell’ UNICEF ITALIA per i bambini dell’Angola (Africa) ancora senza acqua ed istruzione. L’obiettivo è quello di costruire, su tutto il territorio dell’ Angola, il maggior numero possibile di scuole per garantire a tutti i giovani della zona l’istruzione e in contemporanea creare all’ interno delle stesse scuole e dei villaggi circostanti dei pozzi idrici di acqua potabile. Tutti sono invitati a partecipare all'evento. Per l‘intera giornata si alterneranno sul palco momenti di musica, danza, teatro, cultura, sport e informazione con lo scopo unico di continuare la raccolta fondi. La città di Vico Equense garantirà l'assistenza sanitaria a tutte le iniziative del progetto.

Per maggiori informazioni:
Comune Vico Equense
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina
    Grazie all’instancabile lotta delle donne indigene kukama

    Perù: il fiume Marañón soggetto di diritti

    Il corso d’acqua è stato riconosciuto come forma di sostentamento degli indios e ne riconosce la cosmovisione.
    25 giugno 2024 - David Lifodi
  • Editoriale
    Assange è finalmente libero

    Il potere invincibile della verità

    La storia di Assange è strettamente intrecciata con quella delle guerre presentateci come giuste. Ha dovuto pagare un prezzo al potere americano, che lo voleva dietro le sbarre a vita, ma non ha mai tradito la verità né coloro che hanno creduto nella giustezza del suo operato.
    25 giugno 2024 - Alessandro Marescotti
  • Migranti
    Dobbiamo indagare alle radici del fenomeno o non lo risolveremo mai

    Razzismo istituzionalizzato e razzismo sistemico in Italia

    Non permettiamo che le istituzioni siano così disumane! CPR, profilazione razziale, tempi biblici della burocrazia che costringono migliaia di persone a vivere senza cittadinanza italiana; il tokenismo, il minority stress. Il razzismo disumanizza anche chi si trova in posizione di privilegio.
    24 giugno 2024 - Maria Pastore
  • Storia della Pace
    Un pioniere della nonviolenza e dell'educazione in Italia

    A cento anni dalla nascita di Danilo Dolci

    Il suo messaggio di solidarietà, partecipazione e trasformazione sociale rimane più che mai attuale, ispirando nuove generazioni di attivisti e educatori. Riportiamo qui alcuni video che ne fanno emergere la testimonianza e servono a consolidare la memoria di questo grande personaggio
    22 giugno 2024 - Redazione PeaceLink
  • Conflitti
    La guerra diventa sempre più distruttiva e questo provoca un aumento dei renitenti alla leva

    Arriva la devastante bomba FAB 3000: uccide gli ucraini in un diametro di due chilometri e mezzo

    L'esordio dell'ordigno russo da tre tonnellate sul campo di battaglia. Un militare ucraino dice: "Se sopravvivi, sarai sicuramente ferito. Mette molta pressione sul morale dei soldati. Non tutti i nostri ragazzi possono resistere. Queste bombe sono un inferno".
    22 giugno 2024 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)