happening

ANTIPROIBIZIONISTI IN PIAZZA

30 gennaio 2004
ore 11:30 (Durata: 9 ore)

Nell’annunciare il raggiungimento di 10000 firme in calce alla petizione antiproibizionista bolognese, i promotori annunciano le coordinate dell’iniziativa locale, cui daranno un contributo anche Freak Antoni degli Skiantos e Franco Berardi Bifo:
ConFini Zero: Bologna come Amsterdam

Una raccolta di firme per migliorare la qualità della vita, per ridurre degrado e microcriminalità, per l’apertura sperimentale di coffee shop, per depenalizzare il consumo, per l’autoproduzione. Ancora strombazzamenti, musica e due banchetti per la legalizzazione di hashish e marijuana con una raccolta firme già arrivata a quota 10.000 per l'apertura dei coffee shop sul modello olandese a Bologna, possibile fin da ora con un provvedimento di necessità ed urgenza del Sindaco.
Il movimento antiproibizionista cittadino propone due appuntamenti: venerdi 30 gennaio (dalle h. 11.00 alle 20.00) in Piazza Ravegnana in faccia alla Libreria Feltrinelli e sabato 31 gennaio (dalle h. 11.00 alle 20.00) in Via Indipendenza sotto la Statua di Garibaldi all'Arena del Sole per raccogliere le firme per la depenalizzazione della canapa e le adesioni alla manifestazione nazionale convocata a Roma per Sabato 21 febbraio contro la proposta di legge Fini-Mantovano .
UN'ORDINANZA PER UN COFFEE SHOP
In tempi di crisi e recessione, il nostro movimento intende aprire dei punti di vendita con licenza comunale di prodotti della canapa sottoposti a controllo igienico sanitario e a tassazione per il benessere di tutta la collettività a discapito di un mercato attualmente indiscriminato aperto 24 ore su 24 con grande profitto di mafie, terroristi, servizi segreti e dell'industria della insicurezza pubblica su cui spesso si basa il duetto elettorale permanente che vige in Italia.
Il pensiero va alla cittadinanza costretta a convivere con il governo mafioso del territorio e ai milioni di vittime dirette ed indiretta della guerra alla droga tra cui Serena Grandi, Enzo Tortora , Laura Antonelli, Gianfranco Micciché, Rob Rebagliati, Emilio Colombo, Papa Ricky e tanti altri.
Venerdì 31 gennaio alle 17 con Freak Antoni e Franco Berardi Bifo percorreremo la Galleria dei Drogati Illustri presenti nella libreria Feltrinelli, molto probabilmente il 70% dei titoli.
Buon viaggio a tutti !
Livello 57/Teatro Polivalente Occupato/ Link /Radio K Centrale/ Federazione Verdi/ Sottotetto.

Per maggiori informazioni:
Livello 57
051/19931003
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)